[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Ora si risponde col proprio patrimonio

Sentenza rivoluzionaria sulle municipalizzate: chi sbaglia ora deve pagare

Una scure si è abbattuta sugli amministratori 'furbetti' delle società pubbliche, ovvero partecipate da uno o più Enti locali quali Comuni, Province e Regioni, meglio conosciute come municipalizzate. Con la sentenza n. 279 del 2015, la Corte dei Conti, Tribunale specializzato nell’analisi dei conti degli Enti pubblici, ha stabilito che i dirigenti e i responsabili che fanno parte degli organi interni delle municipalizzate debbono risarcire col proprio patrimonio personale le spese e spesucce sostenute illegittimamente: non solo i soldi indebitamente percepiti, ma anche le somme relative ad appalti e altre spese dell'ente di cui hanno la responsabilità. Per di più questa “responsabilità erariale”, così c’è scritto nella sentenza, potrà essere fatta valere anche nei casi in cui l’esborso non rientri in una “ipotesi perseguibile penalmente”, ma costituisca anche solo un comportamento “caratterizzato da colpevolezza e superficialità”.
I magistrati, si riferiscono ai casi che vengono definiti in gergo tecnico di “chiamata in causa a titolo di sola responsabilità amministrativa”. Detto in parole povere, se c’è stata una spesa “impropria” di soldi pubblici, chi ha firmato l'atto, indipendentemente dal fatto che rischi o meno anche la galera, potrà d’ora in avanti essere condannato comunque a restituire gli importi delle spese non dovute, oltre a interessi e spese legali, sborsando i soldi di tasca propria. 

MUNICIPALIZZATE VISTE COME UFFICIO PUBBLICO
Per la prima volta nella storia del diritto italiano la Corte dei Conti si è dichiarata competente non più solo sulle elargizioni “allegre” di sindaci, assessori e funzionari comunali, ma anche su quelle di Amministratori Delegati, Presidenti, dirigenti e degli eventuali Organi interni delle municipalizzate italiane. O, almeno, in tutti casi in cui la società pubblica sia davvero “in house”, ovvero una società pubblica.
Ciò, si realizza quando sussistono contemporaneamente tre criteri, scrivono i magistrati, ovvero che “sia composta, anche solo parzialmente, da Enti pubblici; svolga attività rivolte a favore dei soci; il controllo sulla società corrisponda a quello esercitato dall’Ente pubblico sui propri Uffici”. In questi casi, si legge ancora  nella sentenza: “le società in house hanno della società solo la forma esteriore, ma costituiscono in realtà delle articolazioni della pubblica amministrazione da cui promanano e non dei soggetti giuridici ad essa esterni e da essa autonomi e come tali tenuti al rispetto dell’assoluta trasparenza nella gestione delle spese, conti, appalti e sub-appalti.”

STRANE SPESE E APPALTI FURBI: ORA PAGHI
In particolare, con questa nuova sentenza a finire sotto la lente d’ingrandimento della Corte dei Conti sono tutti i lavori e lavoretti che gli amministratori di una società pubblica affidano a persone o società esterne, appunto “concessioni, appalti e sub appalti.” “Ne consegue – scrivono ancora i magistrati - che i dirigenti ed Organi interni delle municipalizzate, assoggettati come sono a vincoli gerarchici facenti capo alla pubblica amministrazione, neppure possono essere considerati, a differenza di quanto accade per gli amministratori delle altre società private, da rapporti di natura negoziale instaurati con la medesima società. Ma sono legati alla sfera pubblica da un rapporto di servizio, come accade per i dirigenti preposti ai servizi erogati direttamente dall'ente pubblico.”E, come tali, sono tenuti nella gestione di conti, spese, appalti e sub-appalti, al rispetto assoluto dei principi di “imparzialità, terzietà ed efficienza”.

UNA VICENDA CHE PARTE DA LATINA
In particolare, la vicenda giudiziaria che ha portato a questa sentenza ha riguardato l’affidamento in convenzione da parte di una Municipalizzata del Comune di Latina, la Terme di Fogliano spa, ad altra società privata, del compito di realizzare uno stabilimento termale e, successivamente, di due nuovi pozzi per la ricerca sulle acque oligominerali. Uno “strano” appalto che ha comportato la condanna erariale, ma non penale, del Presidente del Consiglio di Amministrazione che ha causato un danno alle casse del Comune di Latina.



[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12:16 1503224160 Oltre 1500 euro di multa per chi non mette il microchip al proprio cane
11:46 1503222360 Campo Ascolano, carabinieri fanno irruzione in spiaggia e arrestano pusher
11:24 1503221040 Bimbo affonda coi piedi nei resti di un falò di Ferragosto: ustione di 2° grado
10:50 1503219000 Dalla lite alla violenza fisica, brutale aggressione ai danni di un pendolare
10:46 1503218760 Castel Gandolfo Food Truck Festival a settembre: 3 giorni di buon cibo e musica
10:41 1503218460 A settembre il Festival della musica Beat al parco Falcone Borsellino
10:33 1503217980 Scontro mortale sulla Nettuno Velletri, muore donna di 84 anni grave il marito
10:30 1503217800 Vertice per la sicurezza in Prefettura, più controlli anche ad Anzio e Nettuno
10:19 1503217140 A Sezze Scalo vanno a fuoco pneumatici e guaine, preoccupazione tra i residenti
09:54 1503215640 Falsi funzionari postali entrano in casa e minacciano con la pistola due anziani
01:47 1503186420 Tragedia in vacanza a Marechiaro di Anzio, addio al piccolo Angelo Quirino
01:44 1503186240 Polizia locale in spiaggia ad Anzio, sequestro di frutta e smontata una veranda
19/08 1503163860 Tragedia ad Anzio: muore un bimbo di 4 anni schiacciato da un cancello
19/08 1503157800 Serie C Gold. Anzio Basket Club, ingaggiato il Play Riccardo Nardi
19/08 1503154860 Pomezia Calcio, mister Fabio Cavalletto crede nella sua Juniores D'elite
19/08 1503153240 Asd Judo Frascati, Favorini: "Il mondiale è sempre una grande esperienza"
19/08 1503153060 Distrugge il recinto di una casa e fugge, poi finge il furto dell'auto: denuncia
19/08 1503153060 Volley Estate: Minutolo, Di Maggio, Mannironi e Greco vincono il 4x4
19/08 1503152460 Arsenico nell'acqua: autobotte anche a Campoverde e Campo di Carne
19/08 1503151920 Aspal Lazio: vini dei Castelli non valorizzati e agricoltori sottopagati
19/08 1503138600 Ladri forzano la porta e rubano il condizionatore della cappella di San Giacomo
19/08 1503138000 Genzano, rifiuti e vestiti abbandonati da giorni per strada: nessuno interviene
19/08 1503137400 Campioni del "lancio del sacchetto" pizzicati dalle telecamere: 500 € di multa
19/08 1503136560 Anziano abbandona rifiuti in centro: pizzicato dalla polizia locale e multato
19/08 1503131880 Velletri, incendi a Colle Cavallo e Sole Luna: protezione civile al lavoro