[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Soluzioni geniali... ignote al Comune

Latina, nuovo sabotaggio del porta a porta. È scontro in Comune FOTO

<
>
LATINA SCALO - La presunta ?isola ecologica? nel degrado
LATINA SCALO - La presunta ?isola ecologica? nel degrado
LATINA - A novembre situazione esplosiva
LATINA - A novembre situazione esplosiva

Ma chi lo decide quanto, e con quale durata, un’amministrazione comunale debba far pagare ai cittadini il costo per lo smaltimento dei rifiuti, in particolare di quelli indifferenziati? Soprattutto se per legge doveva essere raggiunto sin dalla fine del 2003 il 50% di raccolta differenziata e dal 2012 il 65%, mentre oggi non si arriva neanche al 35%? Nello specifico, quando tale costo viene stabilito con un proprio atto, senza confrontarsi con nessuno, da un Dirigente comunale che già deve spiegare molte cose su come ha controllato la gestione del servizio in passato? Questa è la sostanza dello scontro in atto tra il Commissario straordinario del Comune di Latina, Giacomo Barbato, e la Dirigente del Settore Ambiente dello stesso Comune, Grazia De Simone. Un braccio di ferro che vede come terzo interlocutore, molto incomodo a quanto pare, la società RIDA Ambiente di Aprilia attiva nel settore dell'immondizia. 

IL PRIVATO DETTA LEGGE?
Nei giorni scorsi il rappresentante legale di questa società ha inviato
all’amministrazione comunale del capoluogo pontino una serie di diffide perché non era ancora stato sottoscritto dal Commissario quanto stabilito dalla Dirigente di propria iniziativa, alla vigilia dello scorso Natale: cioè continuare a conferire alla RIDA Ambiente (che li separa e li trasforma anche in materiale da incenerire) i rifiuti indifferenziati raccolti attualmente dalla Latina Ambiente, fino alla fine del 2018. Analoghe determinazioni sono state adottate anche per prorogare strani contratti di servizio: tipo quello delle “bonifiche” (rifiuti abbandonati o lasciati fuori dai cassonetti). Anche ai non addetti ai lavori però la decisione della De Simone appare alquanto curiosa perché, aderendo ad una sorta di offerta promozionale della RIDA (lo stesso prezzo per allungare il contratto a 3 anni, quasi si trattasse di comprare patate) e malgrado si stia andando verso la raccolta differenziata con il sistema “porta a porta” nell’intero Comune, la Dirigente ha indirettamente stabilito che a Latina per tutto il 2016 si supererà di poco il 40% di differenziata; infatti prevede di conferire alla RIDA 40mila tonnellate di rifiuti indifferenziati sulle 70mila complessive prodotte in media annualmente. 

INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO?
Secondo la stessa determina della De Simone, solo nel 2017 e 2018 si dovrebbe arrivare finalmente alle percentuali imposte per legge da anni, ma il punto è un altro. Questa decisione in tre anni costerà ai cittadini di Latina altri 11 milioni di euro, impegnando in tal senso anche la prossima amministrazione che uscirà dalle urne alla fine giugno. Il fatto che la RIDA oggi minacci di chiudere i cancelli ai camion della Latina Ambiente perché ancora non è stato firmato tale contratto, è a tutti gli effetti un ricatto inaccettabile: giustamente è stato fatto notare dal Commissario Barbato che l’iniziativa è a tutti gli effetti un’interruzione di un servizio pubblico, con le conseguenze penali che ciò comporta. Pochi i dubbi quindi sul fatto che ha ragione da vendere il Commissario che, tra l’altro, sulla questione Latina Ambiente ha fatto il perno di tutto il suo mandato. 

FIUME DI SOLDI PERSI
Ormai sfugge solo ai creduloni e a chi non vuole vedere la realtà, il fatto che l’amministrazione comunale di Latina, intesa come apparato
burocratico-dirigenziale e parte politica, ha fatto pagare negli ultimi venti anni una montagna di soldi ai suoi cittadini, tra l’altro illegittimamente, per smaltime quei rifiuti che la sua partecipata Latina Ambiente non ha voluto differenziare così come prevedeva la legge. Se fosse stato applicato da subito il decreto legislativo 22/97 (cosiddetto decreto Ronchi), cioè da quando la Latina Ambiente neppure esisteva, ci sarebbero stati consistenti risparmi gestionali e bollette ben più leggere per i cittadini. Un esempio? In tutta Latina, con la separazione a monte (non a valle, come si fa portandoli alla RIDA) di plastica, vetro, allumino e acciaio (le scatolette di tonno e pelati), cioè dei materiali più facili da recuperare, nel solo 2015 ci sarebbe stato un introito di circa 1,5 milioni di euro per le casse comunali, che invece non c’è stato. Al posto di questi semplici calcoli, dentro tantissime amministrazioni, in particolare quella di Latina, c’è gente che ancora oggi racconta la menata della raccolta differenziata che costa troppo: come se tutti i Comuni che da anni la attuano con successo, non sapessero fare i conti. Intanto la Latina Ambiente ha accumulato un grosso debito nei confronti della sua controllata (si fa per dire) Ecoambiente, cioè una società che guarda caso, così come la RIDA, fa i suoi affari con il trattamento dei rifiuti indifferenziati: questo è l’unico vero motivo per cui non parte il metodo “porta a porta” anche a Latina. 

Soluzioni geniali... ignote al Comune
Proprio in fatto di rifiuti, l'Università di Latina vanta ricerche all'avanguardia per il riciclaggio. Il team della prof. Silvia Serranti che coinvolge anche ricercatori locali (Laura D’Aniello di Latina e Roberta Palmieri di Sabaudia, Fabio Potenza di Nettuno), ha realizzato una tecnica di analisi iperspettrale che in soldoni consente valutare molto più precisamente e velocemente e a minor costo i vari materiali differenziati. Così può divenire più redditizia la raccolta differenziata. Ad es. la plastica delle bottiglie viene pagata meglio se non è mischiata con gomma o altre plastiche. Di questi ed altri geniali quanto efficaci sistemi e di come trasformare i rifiuti in risorsa per la collettività, si è parlato in un'interessante conferenza il 3 dicembre, alla facoltà di Ingegneria dell'ateneo pontino. Contenuti ed esperienze che servirebbero come il pane al Comune di Latina. All'evento, non sono stati notati politici latinensi e personaggi del Palazzo.
 


Articoli Correlati:

2017 Nuova bomba sull'ABC di Latina L’appalto rifiuti poteva vincerlo uno solo? La De Vizia Transfer contesta l’iter Nuova bomba sull'ABC, l'Azienda speciale dei rifiuti di Latina. Stavolta, almeno, da fuori palazzo e ...
2017 Cancelli chiusi alla Rida Ambiente Niente raccolta rifiuti indifferenziati in gran parte dei Comuni Oggi non sarà raccolta l'immondizia indifferenziata nei Comuni che conferiscono all'impianto della Rida Ambiente di ...
2017 Distribuiti kit e fornite informazioni Latina differenziamoci: 5000 studenti a lezione di raccolta differenziata Si è svolta ieri mattina nell'aula Lofferdo della Provincia di Latina la conferenza stampa di ...
2016 Latina, servizio ad altra ditta Il Sindaco vuole revocare l'appalto della raccolta rifiuti a Latina Ambiente Il sindaco di Latina, su indicazione degli Assessorati all’Ambiente e al Bilancio, sta valutando un ...
2016 La vita della Spa destinata a allungarsi Latina Ambiente è salva. Entro 60 giorni la proposta di ristrutturazione La società Latina Ambiente è salva. Nella giornata di ieri il Tribunale ha accettato la ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
20/01 1516471140 Incidente ai Pratoni del Vivaro: auto si cappotta e finisce nei terreni del Coni
20/01 1516470780 A Monteporzio Festa della Polizia Locale dei Castelli, Monti Prenestini e Lepini
20/01 1516470720 Deportivo ad Anzio, la Corte dei Conti dissequestra i beni di Criserà
20/01 1516470240 San Sebastiano, la Polizia locale di Nettuno “cuore e mano della città”
20/01 1516469940 San Sebastiano, la Polizia locale di Anzio “primo riferimento della città”
20/01 1516467120 L'editore de Il Caffè dal Papa: «Santità, Le scrivo ciò che non ho potuto dirle»
20/01 1516461780 Lavoratori senza stipendio, si ferma la raccolta dei rifiuti ad Ardea
20/01 1516460400 Liquami nei garage, il Sindaco di Albano ordina al Campidoglio di fare i lavori
20/01 1516445580 Serie D, Girone A. Un grande Simone Valenza fa volare l'Ardea Calcio a 5
20/01 1516444800 Sulla spiaggia di Nettuno la rievocazione dello sbarco alleato del 1944
20/01 1516443900 Imbrattato il monumento ai caduti, polemiche sui social. La condanna del sindaco
20/01 1516442280 Sesso con una 13enne conosciuta sui social: studente di 26 anni indagato
20/01 1516442160 Terza Divisione, Girone C. Volley Academy Pomezia, l'esordio è da urlo
20/01 1516441320 Elezioni Rsu alla nuova Ompi, il trionfo del sindacato Confail
20/01 1516440840 Storia dell'aeronautica nell'agro pontino: gli incontri al centro anziani
20/01 1516440600 I disabili di Velletri chiedono il ripristino della rampa alla Cattedrale
20/01 1516438440 Nuovo allestimento museale per la Locanda Martorelli di Ariccia
20/01 1516438140 Volano gli stracci (social) nell'amministrazione cinquestelle di Pomezia
20/01 1516436460 Carne congelata lavorata in bagno: i Nas chiudono un negozio di alimentari
20/01 1516436040 Auto a fuoco per la terza volta: il responsabile fugge ma ha un incidente e...
19/01 1516385520 Operaio 50enne muore cadendo da tetto: cordoglio a Cisterna
19/01 1516382040 Con Sergio Castellitto al tribunale di Latina per ricordare il giudice Chinnici
19/01 1516380060 In onda ieri sera il servizio di Striscia la Notizia sui liquami di via Roma
19/01 1516378920 Nonna Peppina compie 102 anni, la festa insieme al Sindaco e ai parenti
19/01 1516376160 Liquami e degrado nelle palazzine di via Roma, i disagi finiscono in tv