[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Per ricordare l'arrivo degli alleati

Sbarco sul litorale laziale, 73 anni dopo i festeggiamenti ad Anzio e Nettuno

Gennaio 1944- gennaio 2017: 73 anni esatti dopo lo sbarco degli Alleati sul litorale laziale di Nettuno, Anzio e Lavinio, resta intatto il dovere morale di tramandare la memoria di chi diede la vita per prestare fede a un ideale e difendere la libertà. Da qui nasce l’impegno del Comune di Nettuno che, con la Federazione Italiana Rievocatori WW2 e la Pro Loco Forte Sangallo, il 17 gennaio alle ore 15 presso l’Aula Consiliare del Comune di Nettuno presenta alla stampa il fitto programma di appuntamenti organizzati quest'anno per celebrare un anniversario cosi denso di significato.

L'evento ha raccolto i più prestigiosi patrocini: Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, Arma dei Carabinieri, Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, Ambasciata Britannica di Roma (per il progetto didattico), American Battle Monuments Commission, Commonwealth War Graves Commission  (per il progetto didattico), Città di Ariccia, Associazione Pro Loco Città di Anzio.

“Lo sbarco sul nostro litorale – spiega l’Assessore allo Sport, Turismo e Spettacolo del Comune di Nettuno Simona Sanetti - è stato uno degli eventi più significativi del passato e della storia nazionale. Noi oggi abbiamo il dovere di mantenere viva la memoria di coloro che hanno creduto nella libertà e dato la vita per il nostro Paese e abbiamo il dovere di trasmettere il sapere e i valori delle democrazia tra le generazioni. Dobbiamo celebrare con orgoglio e fierezza questo momento di consapevolezza storica della nostra città.

Il passato è una ricchezza che continua a produrre riflessioni per il presente e futuro di tutti noi”.   

“Il 22 Gennaio del 1944 è una data da ricordare per i nostri concittadini – afferma l’Assessore a Istruzione Cultura Fondi Europei e Attività Produttive

Del Comune di Nettuno Alessandra Biondi –. È infatti una data che ha cambiato la storia della nostra Nazione e della nostra città non solo dal punto di vista storico, ma anche culturale. È proprio per questo motivo che nel Progetto Alternanza scuola lavoro - Forte Sangallo,  per sensibilizzare maggiormente i giovani alla conoscenza storica del territorio, il nostro Assessorato ha  organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Rievocatori WW2 incontri di formazione con esperti e studiosi dell’evento storico. Gli studenti stagisti saranno coinvolti attivamente nella manifestazione come guide turistiche”.

 

“Nettuno, Anzio e Lavinio il 22 gennaio 1944 furono teatro della cosiddetta operazione Shingle - racconta il Presidente della Federazione Italiana Rievocatori WW2 Alessandro Lama -, una manovra anfibia degli Anglo-Americani che non andò a buon fine, ma che grazie al coraggio e alla resistenza degli uomini che la compirono, consentì loro di portare a termine il proprio dovere durante l'offensiva di maggio. L’obiettivo della nostra Federazione – continua Lama –  è coltivare il valore della memoria, rievocando quei giorni cruciali per la storia d'Italia legati allo sbarco, attraverso la conoscenza dei luoghi, della gente, dei reduci”.
 

 “La nostra costa – commenta il Presidente della Pro Loco Forte Sangallo Mario Lomartire -  fu teatro e protagonista di un episodio storico che ha determinato le sorti dell’Italia. Per noi che per missione abbiamo quella di promuovere e tutelare il nostro territorio è stata immediata l’adesione al progetto del Comune, che con questa iniziativa tiene in vita e tramanda la memoria storica che è l’anima stessa di questi luoghi”.

 

Programma 2017:

MOSTRA-RIEVOCAZIONE DELLO SBARCO – Dalle 10 alle 16 di sabato 21 gennaio a Nettuno, in Piazza Cesare Battisti, verrà aperto un campo base, con tende, ricostruzioni di ospedali da campo e veicoli d'epoca, uomini e mezzi che circoleranno per le strade cittadine.  I rievocatori provengono da tutta Italia. Alle12 è previsto un omaggio al monumento dei caduti, con deposizione di una corona e alle 12,30 la colonna dei mezzi si dirige verso Pineta della Campana, con visita delle postazioni americane. Rientro in Piazza Cesare Battisti alle 16,30 circa. La giornata si conclude con una cena di gala anni 40 s cui tutti sono invitati a partecipare.  

“MARCIA DELLA LIBERTÀ” – Il 22 gennaio alle ore 9 si riaccendono i riflettori della memoria sui giorni della Liberazione, con la rievocazione di uno dei più epici momenti della Seconda Guerra Mondiale. Un folto gruppo di rievocatori – indossando le divise degli schieramenti che presero parte al conflitto – ripercorre in marcia, accompagnati da mezzi storici, le orme dei liberatori nel tragitto che unisce Nettuno ad Anzio. 73 anni dopo lo sbarco viene reso omaggio ai caduti di ogni parte, con un percorso dall’altissimo significato simbolico. Si parte dal Sicily-Rome American Cemetery dopo la cerimonia istituzionale delle 10,00 per continuare con soste simboliche e commoventi presso il Monumento ai Caduti di Nettuno alle 11,00, e il Beach Head Cemetery di Anzio. La marcia sarà accompagnata dal suono delle cornamuse e, a ogni tappa, dalla banda di bersaglieri. Al rientro a Nettuno verranno intonati dai partecipanti gli inni nazionali statunitense, inglese e italiano.

PROGETTO DIDATTICO - Da ottobre 2016, il progetto didattico inaugurato dalla Federazione Italiana Rievocatori WW2 nell’autunno 2015, è diventato permanente, coinvolgendo un numero sempre crescente di scuole. Rivolto a tutti gli istituti medi e superiori della provincia di Roma, prevede lezioni interattive concordate assieme agli istituti. Grazie al supporto didattico dei membri delle Associazioni della Federazione, studenti e insegnanti vengono coinvolti in un vero e proprio viaggio alla scoperta dei giorni decisivi per la restituzione della democrazia e della libertà al nostro Paese.

  “ ‘Verrà un giorno - scriveva Victor Hugo - in cui i cannoni saranno esposti nei musei, e la gente sarà stupita che una cosa del genere abbia potuto esistere’. Oggi questo giorno -  commenta  il Presidente della Federazione Italiana Rievocatori WW2 Alessandro Lama invitando a partecipare alla conferenza stampa del 17 gennaio - appare ancora lontano. Molte guerre continuano a far scorrere sangue e rendere la pace nel mondo solo un miraggio e ciò rende ancora più importante ricordare uno degli episodi più dolorosi della storia recente del nostro Paese. Ricordare, infatti, significa conoscere, ed è esattamente questo il senso dell'impegno della Federazione nazionale dei Rievocatori WW2. Nella speranza che il passato possa insegnare al presente”. Per prenotazioni e dettagli logistici ed operativi :348 3363838 o info@federazionerievocatori.it. Per prenotare la cena anni 40: 38933173635



Articoli Correlati:

22/01 Trincee e mezzi storici in centro Folla in spiaggia per rievocazione storica dello Sbarco ad Anzio e Nettuno Il cielo nuvoloso, qualche goccia di pioggia  e il vento che ha attirato i surfisti ...
10/01 Organizzata anche una cena anni '40 Sbarco Alleato sulle coste di Anzio e Nettuno, il programma della rievocazione Il 17 gennaio alle 15 il Comune di Nettuno, la Federazione Italiana Rievocatori WW2 e la ...
21/01 Domani rievocazione con i mezzi storici Anzio e Nettuno, ecco il programma delle celebrazioni previste per lo Sbarco Domenica 22 gennaio, nel giorno del 73° Anniversario dello Sbarco di Anzio, sono previste le cerimonie ...
12/01 L'iniziativa della "Nettuno olio Antium" Nettuno al tempo della Guerra, appuntamento il 21 gennaio in Comune Secondo importante appuntamento con gli incontri organizzati dall’associazione “Nettuno olim Antium”. L’appuntamento con la storia della ...
2016 Regata, camminata e concorso scolastico Il 2 aprile sul litorale la Giornata Mondiale della consapevolezza dell'Autismo Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale della consapevolezza sull'autismo,istituita dalle Nazioni Unite nel ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
26/04 1493220900 Spaccio di cocaina, hashish e marijuana nel centro di Aprilia: due arresti
26/04 1493220360 Nasce la lista civica Cittadini di Marino: "progetto guidato da spirito civico"
26/04 1493219280 Rapina in villa: proprietari rientrano e trovano la badante imbavagliata
26/04 1493219160 Folgorato da una scarica elettrica mentre sta potando gli alberi, è gravissimo
26/04 1493215380 Cronista di Repubblica sotto scorta, a fuoco l'auto del suo avvocato pontino
26/04 1493214660 Promozione, il Delfino Basket Anzio si arrende al Primavalle
26/04 1493214420 Evasione fiscale a Nettuno, l'assessore: "Sono 8mila gli immobili non censiti"
26/04 1493211000 Atti vandalici contro il Monumento al bersagliere di Cisterna
26/04 1493211000 Primarie Pd: istruzioni per l'uso. Dove e come votare e i delegati pontini
26/04 1493210040 "Non Solo Danza" di Latina sul podio al Concorso Nazionale Danza Show Your Flow
26/04 1493207760 Torna Fermento, la festa della birra artigianale, con una nuova location
26/04 1493207100 Nuovi arredi urbani sul belvedere, via a installazione di panchine e cestini
26/04 1493207040 Pallanuoto, Under 17. La Roman Sport City cade al Foro Italico e resta penultima
26/04 1493206440 “Compra e paga con ciò che vendi”: anche in provincia di Latina arriva Tibex.net
26/04 1493203260 Pallanuoto, Under 15. La Roman Sport City impatta con la Sublacensis
26/04 1493199360 Striscia la Notizia a Genzano per le immagini dell'Infiorata spacciate per altre
26/04 1493198100 Ardea, al via raccolta ingombranti e potature cinque giorni a settimana
26/04 1493197620 Pomezia, giornata del microchip gratis per cani: il 7 maggio in piazza
26/04 1493195820 A Palazzo Chigi torna l'appuntamento con le visite guidate di "Vita da Principi"
26/04 1493195460 Latina pronta per il debutto di "Io sono Dio" al Supercinema 2.0
26/04 1493195340 Gli archivi ritrovati, testimonianze documentarie dalle chiese al museo di Cori
26/04 1493195280 Racing Club, i Giovanissimi Elite si preparano per i Play Out
26/04 1493195220 Elementi magici e rituali, la mostra di Maria Rita De Giorgio al museo Lavinium
26/04 1493195040 La rassegna "Per Bacco che Libro" di Nettuno chiude con il libro di Assunta Gneo
26/04 1493194860 Il Cunsolo: la presentazione del libro di Floriana Giancotti a Terracina