[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il Caffè parla con i Sindaci

Migranti: i Comuni dei Castelli sono pronti a collaborare, ma... FOTO

<
>
Il centro mondo migliore 
(foto Sciurba)
Il centro mondo migliore (foto Sciurba)
migranti a Rocca di Papa
Manifestazione di novembre per 
la mancanza di servizi
migranti a Rocca di Papa Manifestazione di novembre per la mancanza di servizi
manifestazione a marino sul tema accoglienza
manifestazione a marino sul tema accoglienza
Giovanni Terzulli Sindaco di Ciampino "Valutiamo di trasformare
in Sprar il Cas"
Giovanni Terzulli Sindaco di Ciampino "Valutiamo di trasformare in Sprar il Cas"
Nicola Marini Sindaco di Albano
"Stiamo valutando come muoverci"
Nicola Marini Sindaco di Albano "Stiamo valutando come muoverci"
Carlo Colizza Sindaco di Marino 
"Il Comune può gestire per conto 
proprio un centro di accoglienza"
Carlo Colizza Sindaco di Marino "Il Comune può gestire per conto proprio un centro di accoglienza"
Fausto Servadio Sindaco di Velletri 
"Velletri saprà rispondere, spero 
lo facciano anche gli altri Comuni"
Fausto Servadio Sindaco di Velletri "Velletri saprà rispondere, spero lo facciano anche gli altri Comuni"
Bruno Strati Commissario di Frascati
"Pronti a realizzare un progetto robusto per l'accoglienza"
Bruno Strati Commissario di Frascati "Pronti a realizzare un progetto robusto per l'accoglienza"

Sono circa 1.200 i richiedenti asilo per i quali la Prefettura di Roma chiede anche ai 17 Comuni dei Castelli (compresi  Velletri, Lariano e Ciampino) di collaborare. Nei giorni scorsi si sono completati gli incontri organizzati da Palazzo Valentini per la presentazione del Piano e se i due Comuni commissariati della zona – Grottaferrata e Frascati - hanno già sostanzialmente fatto avere la propria disponibilità di massima ad aderire allo Sprar, le altre Amministrazioni comunali cercano di prendere tempo per quanto Albano e Velletri abbiamo espresso preventivo parere favorevole. “Siamo intenzionati ad aderire alla proposta della Prefettura – dice il commissario straordinario di Frascati Strati – e cercheremo di mettere in piedi un progetto robusto. Bisogna però avere la certezza che l’adesione alla Sprar ( Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti e rifugiati) eviti l’arrivo di altri Centri di accoglienza straordinaria (Cas)”. A Frascati è infatti già attivo un centro di accoglienza in via Cisternole che ospita 50 migranti. A Grottaferrata l’intenzione è la medesima tanto più che la creazione di un progetto per lo Sprar è intesa come una sorta di “minore dei mali” di fronte alla possibilità che cooperative private possano attivare dei Cas che sfuggono completamente al controllo del Comune. Il sindaco di Velletri Servadio è diretto: “Tre anni fa abbiamo già aderito a questa forma di accoglienza e siamo pronti di nuovo a fare la nostra parte. L’altra volta però poi ci siamo visti arrivare anche un Cas e vorremmo evitare questa evenienza in futuro: Velletri saprà rispondere, ma spero che anche gli altri Comuni facciano il loro dovere”. Più scettica invece la posizione del sindaco di Albano Marini. “Stiamo valutando il da farsi – ammette – anche se l’altra volta aderimmo allo Sprar ma poi nessun soggetto attuatore rispose al nostro bando. Vogliamo capire bene quali sono gli ambiti di manovra”. A Ciampino l’Amministrazione Terzulli scarta la possibilità di veder arrivare altri immigrati: in città è già attivo un Cas che ospita circa 80 persone e, soprattutto, a livello di emergenza sociale il Comune aeroportuale deve fare i conti anche col Campo nomadi della Barbuta. “Chiederemo di non avere ulteriori carichi – dice il sindaco Giovanni Terzulli – e valutiamo di trasformare in Sprar il Cas”. A Marino infine la neo amministrazione di Carlo Colizza valuta la soluzione autarchica. “Credo che il Comune, con la collaborazione della Multiservizi, delle associazioni di mediazione e di altre forze cittadine sia in grado di poter gestire per conto proprio un eventuale Centro di accoglienza. Ci stiamo lavorando”. Caso a parte rappresenta Rocca di Papa, sul cui territorio è presente l’hub di Mondo Migliore che oggi ospita circa 450 richiedenti asilo destinati comunque ad altre strutture. Da valutare, infine, se anche per il 2017 i ministeri dell’Economia e dell’Interno confermeranno il bonus di 500 euro a migrante concesso l’anno scorso per quei Comuni (e ai Castelli ai già citati va aggiunta Rocca Priora che ha un piccolo Cas con 18 ospiti) che sul proprio terreno comunale ospitano Sprar o Cas. Un contributo che in tempi di vacche magre non è trascurabile e che, caso limite, in questi giorni ha portato nelle casse del Comune di Rocca di Papa oltre 200mila euro.

  • Piano accoglienza, manca poco all’avvio 

Poche settimane per decidere e per predisporre i progetti per partecipare al bando che, a quanto si dice, la Prefettura di Roma pubblicherà entro marzo. Entra nella nuova fase operativa il Piano per l’accoglienza degli immigrati predisposto la scorsa estate dal ministero dell’Interno attraverso i decreto del 10 agosto 2016. Da Palazzo Valentini, così come dalle sedi delle Prefetture di tutta Italia sono partiti gli inviti rivolti alle Amministrazioni comunali per l’illustrazione del Piano nella sua interezza: i Comuni, in sostanza, sono chiamati a collaborare col ministero per la gestione dei flussi migratori che l’anno scorso hanno visto arrivare in Italia circa 180mila migranti (stando solo ai dati ufficiali), numero che per il 2017 – in relazione alla forte instabilità di alcune zone del vicino oriente e del nord Africa – è stato incrementato di circa il 10%. Le Prefetture, in sostanza, chiedono ai Comuni di aderire allo Sprar, il Sistema di protezione dei richiedenti asilo e dei migranti, che prevede un “tetto” ai rifugiati che ogni territorio può accogliere e che mettono totalmente nelle mani delle Amministrazioni locali la gestione. Secondo quanto previsto dal decreto ministeriale, dunque, ogni Comune dovrà contribuire all’accoglienza dei migranti in numero di 3,6 richiedenti asilo ogni 1000 residenti. Così, ad esempio, Velletri che è dei Castelli romani è il Comune più grande è chiamato ad accogliere – in caso di adesione allo Sprar – fino a 192 persone e Colonna, il Comune più piccolo, appena 16. Il totale delle persone ospitabili, almeno sulla carta, dovrebbe comprendere anche quei migranti che oggi sono ospiti dei Cara o Cas già presenti sul territorio. Come detto, a gestire queste persone – grazie al Fondo nazionale che coprirà il 95% della spesa (vale a dire i famosi 35 euro al giorno per migrante) e al 5% fornito dai Comuni anche attraverso servizi – dovranno pensare la realtà locali che, attraverso appositi bandi o in maniera diretta (come sembra essere ad esempio il caso di Marino), individueranno soggetti attuatori partner (cooperative, ad esempio) per la gestione. I Comuni che aderiscono allo Sprar, questa è la promessa, usciranno automaticamente dalla lista di quei Comuni sui quali possono essere realizzati i Cas, i Centri di accoglienza straordinaria autorizzati direttamente dalla Prefettura e sui quali gli Enti locali non hanno alcun controllo. Punto fondante, infine, dello Sprar è il concetto di accoglienza integrata: i progetti che i Comuni interessati presenteranno alla Prefettura dovranno comprendere anche una proposta di integrazione dei migranti, anche attraverso opere di pubblica utilità. Non secondaria, la possibilità di creare Sprar diffusi sul territorio comunale e non concentrati in una unica struttura come avviene invece oggi. 
 



Articoli Correlati:

2016 Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno, Castelli Arrivano 2.378 rifugiati: sul litorale e ai Castelli nuovi centri accoglienza Nella provincia di Roma stanno per arrivare 8.074 richiedenti asilo e la Prefettura corre ai ...
2015 5 mln da ripartire tra Roma e Provincia Migranti, con il nuovo bando per l'accoglienza tornano in ballo Ardea e Castelli È stato pubblicato oggi il nuovo bando della Prefettura atto a siglare un accordo quadro ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19:24 1493486640 Una nuova caserma per i Vigili del Fuoco di Terracina: accordo col Comune
17:20 1493479200 Lievito 2017 chiude con la passeggiata in Semprevisa e il film di Notaro
16:56 1493477760 L’Inps non rinnova le convenzioni, i Caf di tutta Italia sospendono l’Isee
16:52 1493477520 Analisi allarmanti, il Sindaco di Nettuno recinta la spiaggia libera a San Rocco
16:50 1493477400 Il senatore Gaetti convoca forze dell’ordine e Procura per la sicurezza
16:47 1493477220 Primarie per eleggere il Segretario del Pd, tre i seggi allestiti a Nettuno
15:26 1493472360 In Fiera anche la Presidente Della Penna. Domani protagonisti kiwi e melograno
15:21 1493472060 Auto in sosta sulla pista ciclabile, rischia l'investimento dal... carro funebre
14:53 1493470380 Secondo tamponamento un 24 ore sull'Appia a Cisterna in meno di 24 ore
14:46 1493469960 Nuovo asfalto sulla strada distrutta dall'incendio dell'autocisterna
14:34 1493469240 Inneggiava all'attentatore di Berlino, egiziano "pontino" espulso dall'Italia
10:57 1493456220 Ruba in un'auto sotto gli occhi di un ex poliziotto, che lo fa arrestare
10:51 1493455860 Apre McDonald's nel centro di Aprilia: al lavoro 50 ragazzi. Ecco le innovazioni
10:30 1493454600 Sermoneta dedica il weekend alle donne: al via "Sermoneta si tinge di rosa"
10:27 1493454420 Il Vescovo di Latina in visita a Tres Tabernae, che ospitò l'apostolo Paolo
09:54 1493452440 Notte di sangue a Latina, la Questura chiude per 30 giorni il Bar Florian
09:45 1493451900 Sbanda con l'auto, finisce sul marciapiede, abbatte alcuni pali e si ribalta
08:53 1493448780 Navette gratuite a Terracina dal mercato al Molo per il concerto del 1° maggio
08:39 1493447940 Cisterna, Primarie Pd: Elisa Giorgi candidata all'assemblea nazionale
08:24 1493447040 Milvia Monachesi tenta il bis da Sindaco di Castel Gandolfo e lancia "Insieme"
08:14 1493446440 La FC Aprilia Calcio in lutto: addio all'ex dirigente Bruno Francescotti
08:06 1493445960 Lite e omicidio al parcheggio multipiano: dipendente Poste condannata a 16 anni
07:55 1493445300 Scontro sull'Appia, tre auto coinvolte : ferito un bambino
28/04 1493407560 Turismo sostenibile, Bernardi di Nettuno relatore al convegno in Senato
28/04 1493401920 Dà in affitto una casa non sua, prende 3 mensilità anticipate e sparisce