[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Rischi anche a Pomezia e Castelli

Il 36% dei siti inquinati e da bonificare nel Lazio si trova a Latina FOTO

<
>
Latina - Il nucleo speciale dei vigili del fuoco fa 
carotaggi discarica per appurare pericolosità
Latina - Il nucleo speciale dei vigili del fuoco fa carotaggi discarica per appurare pericolosità
Ex pozzi ginori-latina - Rifiuti pericolosi abbandonati, dati alle fiamme e lasciati all'aperto. L'ex fabbrica è all'ingresso di Latina
Ex pozzi ginori-latina - Rifiuti pericolosi abbandonati, dati alle fiamme e lasciati all'aperto. L'ex fabbrica è all'ingresso di Latina

Quanto è inquinata la nostra regione? Tanto secondo il piano redatto dal dipartimento istituzionale e territorio della Pisana che ha lo scopo di programmare interventi più o meno urgenti di bonifica. C'è davvero da preoccuparsi in provincia di Latina dove si trovano il 36% dei siti ad altissima priorità, e cioè con indice di rischio superiore a 10, mentre è decisamente più sotto controllo la situazione nell'hinterland romano. 
Ad aggravare il quadro complessivo, il fatto che lo stato delle aree intensamente inquinate si trascini da anni senza che si riesca ad arrivare a un'effettiva e radicale riqualificazione. Basta pensare che tutti e cinque i siti pontini erano già presenti nel piano del 2002, redatto in fretta e furia dagli uffici della Pisana, così come dalle altre regioni, dopo che l'Unione Europea cominciò a minacciare l'Italia di salatissime sanzioni. Analisi e documenti, insomma, servono a fotografare la situazione ma poi i fondi non ci sono e le discariche continuano a crescere.

Siti pericolosissimi: Aprilia al primo posto
Se in provincia di Latina c'è un comune fortemente a rischio, cittadini e politici lo sanno ormai benissimo, è sicuramente quello di Aprilia dove si trovano tre dei cinque siti sorvegliati speciali. Nel rapporto redatto dalla Regione, oltre alla ex Nova Solai, lungo la Pontina nel territorio del capoluogo, e alla discarica di Quarto Iannotta a Fondi, compaiono infatti la ex cava in località Sassi Rossi e le discariche in località Sant'Apollonia e La Cogna ad Aprilia. Quest’ultima, le cui criticità si trascinano dal lontano 1975, è ormai nota alle cronache in quanto, pur non essendo stata ancora bonificata, è stata indicata come sito idoneo per ospitare altri rifiuti. Una battaglia che, tra comitati e interventi politici, è ancora aperta. Secondo il rapporto, comunque, qualcosa si sta facendo: tutte le aree apriliane inquinate risultano infatti classificate con il codice  I.C. (indagini di caratterizzazione in corso). Data la situazione, tuttavia, questo qualcosa è ancora davvero troppo poco. 

Rischi notevoli anche a Pomezia e Cisterna
Ben più numerosi, invece, i siti ad alta priorità (indice di rischio compreso tra 7.5 e 10) che sono in totale 20 nel territorio romano e 16 in provincia di Latina. A farla da padrona, anche in questa seconda categoria, è ancora Aprilia che conta altre quattro aree: la Ecolmaci a Campoleone, un'altra vasta discarica, soltanto segnalata, lungo la Pontina, la Nordex Srl e un'area non meglio identificata (è in corso l'analisi di rischio) a Campoverde. 
Benché non possano certamente competere con il primato di Aprilia, le cose non vanno meglio nelle immediate vicinanze dove risultano sorvegliate speciali anche la ex Nalco e la Goodyear di Cisterna, l'Intercarta Srl di Pomezia, ben due discariche a Sonnino, in località Le Monache e Costa dei Doveri e la ex Pozzi Ginori di Latina. 

Castelli e litorale: l’inquinamento è acqua passata
I comuni dei Castelli e del litorale romano non solo non figurano nell'elenco dei siti a rischio alto e altissimo ma, anzi, compaiono nel rapporto solo perché vantano diverse località già bonificate con tanto di certificato. Totalmente sicuri nonostante i trascorsi, secondo i rilievi disposti dalla Regione risultano quindi i distributori di carburante di Viale della Vittoria e via Visca a Nettuno, così come altre quattro aree di servizio precedentemente segnalate a Frascati e il benzinaio di via dei Laghi a Marino. Come criticità completamente risolte vengono inquadrate anche quelle riscontrate anni addietro sulla Nettunense ad Albano, in via Goldoni ad Anzio e in via Fontanile del Piscaro a Grottaferrata. A concludere l'elenco, il sito di via San Tommaso a Velletri dove forme preoccupanti di inquinamento erano dovute a una cabina elettrica ma sono state completamente risolte. Uno stanziamento di 150mila euro ha invece risolto, almeno in parte, la situazione della discarica di Capo Croce a Lariano la cui bonifica è stata inserita nel programma delle opere pubbliche 2015-2017.



Articoli Correlati:

23/02 Anzio, Aprilia, Latina e Cisterna Narce "Reti di giustizia" dalle ceneri di Libera I presidi, i gruppi, i soci che a Latina, Anzio, Nettuno, Aprilia e Cisterna di ...
2014 Federlazio denuncia Imprese oneste pagano il conto dei cartelloni pubblicitari abusivi Importante levata di scudi contro la giungla della pubblicità stradale irregolare. A chiedere un po' ...
30/06 Sindaci dei vari comuni presenti Autostrada Roma-Latina: tavolo in Comune per valutare le criticità Si terrà il prossimo 11 luglio alle 10.00, nella sala Enzo De Pasquale del Comune, ...
26/02 La svolta green fa gola, ma... Auto elettriche: (quasi) impossibile ricaricarle in provincia di Latina Esenzione dal bollo per i primi cinque anni, sconti sulla copertura assicurativa, costi di manutenzione ...
2016 Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno, Castelli Arrivano 2.378 rifugiati: sul litorale e ai Castelli nuovi centri accoglienza Nella provincia di Roma stanno per arrivare 8.074 richiedenti asilo e la Prefettura corre ai ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17:52 1511542320 Palazzo fatiscente e pericoloso a Piazza Pia, ordinanze ignorate dal 2001
16:49 1511538540 Porto Rio Martino verso realizzazione, sopralluogo presidente Della Penna
15:12 1511532720 Pomezia, occupazioni abusive, miasmi e degrado: così muore Santa Palomba
14:41 1511530860 Nuova vita per i giardini "Pucci" di Pomezia, presto lavori di riqualificazione
14:21 1511529660 A sei mesi dall'incendio Eco X Canale 5 chiede lumi sulla bonifica del sito
14:15 1511529300 Ardea, le farmacie comunali non saranno vendute: ok alla gestione privata
14:08 1511528880 Tre nuove corse Cotral da Aprilia a Borgo Piave per gli studenti del S.Benedetto
13:57 1511528220 Pomezia, "prove tecniche di coalizione" tra Pd e Psi. Ma non tutti "collaborano"
13:33 1511526780 Città di Pomezia, arrivano i primi 2 colpi dalla sessione invernale del mercato
13:08 1511525280 Scontro tra un'auto e un bus Cotral sull'Appia, gravi madre e figlio
11:24 1511519040 Tombino che sgorga in spiaggia a Nettuno, ma sono acque bianche
11:10 1511518200 Al lavoro il primo Prefetto donna di Latina: sul tavolo la questione migranti
11:06 1511517960 Un flash mob a Frascati per dire 'no' alla violenza contro le donne
11:04 1511517840 Nemmeno con un fiore, le iniziative contro la violenza sulle donne a Cisterna
10:58 1511517480 Ultimi due appuntamenti con Tendance 2017 a Opera Prima Teatro
10:56 1511517360 Premiato il progetto per la costruzione della nuova scuola di piazza Zampetti
10:51 1511517060 Alessandro Cartelli lascia il comando della Polizia Locale di Cori e Lariano
10:33 1511515980 L'associazione Gap in prima linea per la lotta ai cambiamenti climatici
10:17 1511515020 Tentato furto a Nettuno, i ladri in fuga rischiano di investire una donna
10:15 1511514900 Ciampino, forse si salva un pezzo di Agro romano: Sì al museo alla Marcandreola
10:14 1511514840 Regionali a 5 stelle, il Vicesindaco Mancini incontra i Meetup di Nettuno
09:54 1511513640 Un successo la manifestazione "Non è amore" contro la violenza sulle donne
08:46 1511509560 Velletri, iniziative per la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle donne
08:13 1511507580 Inseguimento per le strade di Campoverde: a bordo 4 rom con strumenti da scasso
08:08 1511507280 Ladri al poliambulatorio: svuotata la cassa automatica per le prenotazioni