[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Rischi anche a Pomezia e Castelli

Il 36% dei siti inquinati e da bonificare nel Lazio si trova a Latina FOTO

<
>
Latina - Il nucleo speciale dei vigili del fuoco fa 
carotaggi discarica per appurare pericolosità
Latina - Il nucleo speciale dei vigili del fuoco fa carotaggi discarica per appurare pericolosità
Ex pozzi ginori-latina - Rifiuti pericolosi abbandonati, dati alle fiamme e lasciati all'aperto. L'ex fabbrica è all'ingresso di Latina
Ex pozzi ginori-latina - Rifiuti pericolosi abbandonati, dati alle fiamme e lasciati all'aperto. L'ex fabbrica è all'ingresso di Latina

Quanto è inquinata la nostra regione? Tanto secondo il piano redatto dal dipartimento istituzionale e territorio della Pisana che ha lo scopo di programmare interventi più o meno urgenti di bonifica. C'è davvero da preoccuparsi in provincia di Latina dove si trovano il 36% dei siti ad altissima priorità, e cioè con indice di rischio superiore a 10, mentre è decisamente più sotto controllo la situazione nell'hinterland romano. 
Ad aggravare il quadro complessivo, il fatto che lo stato delle aree intensamente inquinate si trascini da anni senza che si riesca ad arrivare a un'effettiva e radicale riqualificazione. Basta pensare che tutti e cinque i siti pontini erano già presenti nel piano del 2002, redatto in fretta e furia dagli uffici della Pisana, così come dalle altre regioni, dopo che l'Unione Europea cominciò a minacciare l'Italia di salatissime sanzioni. Analisi e documenti, insomma, servono a fotografare la situazione ma poi i fondi non ci sono e le discariche continuano a crescere.

Siti pericolosissimi: Aprilia al primo posto
Se in provincia di Latina c'è un comune fortemente a rischio, cittadini e politici lo sanno ormai benissimo, è sicuramente quello di Aprilia dove si trovano tre dei cinque siti sorvegliati speciali. Nel rapporto redatto dalla Regione, oltre alla ex Nova Solai, lungo la Pontina nel territorio del capoluogo, e alla discarica di Quarto Iannotta a Fondi, compaiono infatti la ex cava in località Sassi Rossi e le discariche in località Sant'Apollonia e La Cogna ad Aprilia. Quest’ultima, le cui criticità si trascinano dal lontano 1975, è ormai nota alle cronache in quanto, pur non essendo stata ancora bonificata, è stata indicata come sito idoneo per ospitare altri rifiuti. Una battaglia che, tra comitati e interventi politici, è ancora aperta. Secondo il rapporto, comunque, qualcosa si sta facendo: tutte le aree apriliane inquinate risultano infatti classificate con il codice  I.C. (indagini di caratterizzazione in corso). Data la situazione, tuttavia, questo qualcosa è ancora davvero troppo poco. 

Rischi notevoli anche a Pomezia e Cisterna
Ben più numerosi, invece, i siti ad alta priorità (indice di rischio compreso tra 7.5 e 10) che sono in totale 20 nel territorio romano e 16 in provincia di Latina. A farla da padrona, anche in questa seconda categoria, è ancora Aprilia che conta altre quattro aree: la Ecolmaci a Campoleone, un'altra vasta discarica, soltanto segnalata, lungo la Pontina, la Nordex Srl e un'area non meglio identificata (è in corso l'analisi di rischio) a Campoverde. 
Benché non possano certamente competere con il primato di Aprilia, le cose non vanno meglio nelle immediate vicinanze dove risultano sorvegliate speciali anche la ex Nalco e la Goodyear di Cisterna, l'Intercarta Srl di Pomezia, ben due discariche a Sonnino, in località Le Monache e Costa dei Doveri e la ex Pozzi Ginori di Latina. 

Castelli e litorale: l’inquinamento è acqua passata
I comuni dei Castelli e del litorale romano non solo non figurano nell'elenco dei siti a rischio alto e altissimo ma, anzi, compaiono nel rapporto solo perché vantano diverse località già bonificate con tanto di certificato. Totalmente sicuri nonostante i trascorsi, secondo i rilievi disposti dalla Regione risultano quindi i distributori di carburante di Viale della Vittoria e via Visca a Nettuno, così come altre quattro aree di servizio precedentemente segnalate a Frascati e il benzinaio di via dei Laghi a Marino. Come criticità completamente risolte vengono inquadrate anche quelle riscontrate anni addietro sulla Nettunense ad Albano, in via Goldoni ad Anzio e in via Fontanile del Piscaro a Grottaferrata. A concludere l'elenco, il sito di via San Tommaso a Velletri dove forme preoccupanti di inquinamento erano dovute a una cabina elettrica ma sono state completamente risolte. Uno stanziamento di 150mila euro ha invece risolto, almeno in parte, la situazione della discarica di Capo Croce a Lariano la cui bonifica è stata inserita nel programma delle opere pubbliche 2015-2017.



Articoli Correlati:

23/02 Anzio, Aprilia, Latina e Cisterna Narce "Reti di giustizia" dalle ceneri di Libera I presidi, i gruppi, i soci che a Latina, Anzio, Nettuno, Aprilia e Cisterna di ...
2014 Federlazio denuncia Imprese oneste pagano il conto dei cartelloni pubblicitari abusivi Importante levata di scudi contro la giungla della pubblicità stradale irregolare. A chiedere un po' ...
30/06 Sindaci dei vari comuni presenti Autostrada Roma-Latina: tavolo in Comune per valutare le criticità Si terrà il prossimo 11 luglio alle 10.00, nella sala Enzo De Pasquale del Comune, ...
26/02 La svolta green fa gola, ma... Auto elettriche: (quasi) impossibile ricaricarle in provincia di Latina Esenzione dal bollo per i primi cinque anni, sconti sulla copertura assicurativa, costi di manutenzione ...
2016 Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno, Castelli Arrivano 2.378 rifugiati: sul litorale e ai Castelli nuovi centri accoglienza Nella provincia di Roma stanno per arrivare 8.074 richiedenti asilo e la Prefettura corre ai ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
23/07 1500834300 Il Ministro all’Istruzione Fedeli a cena sul Molo Innocenziano con la scorta
23/07 1500833220 Festa di Santa Apollonia, successo di pubblico per Fausto Leali e Nick Luciani
23/07 1500832920 Anziano colto da malore in spiaggia perde la vita: tragedia a San Felice Circeo
23/07 1500831660 Nuova Florida senz'acqua a causa di un guasto, rubinetti a secco
23/07 1500831420 Arrestato ladro in bicicletta, aveva rubato gruppo elettrogeno ad una bancarella
23/07 1500830700 Tragedia sulla Monti Lepini, nel drammatico scontro muoiono un uomo e suo figlio
23/07 1500817740 Incendio sull'Ardeatina: bruciano ettari di terreno e campi di sterpaglie
23/07 1500817260 Incidente sull'Appia tra due furgoni: uno si ribalta. Tre feriti in ospedale
23/07 1500811200 #Mainagioia? L’hashtag più famoso d'Italia è nato a Latina
23/07 1500808980 68enne alla guida del motociclo ubriaco: denunciato dai Carabinieri
23/07 1500808380 Volontari a lavoro per spegnere le fiamme di Castelfusano e Nettuno
23/07 1500797340 Crollo di pezzi dal campanile del Duomo Vecchio, evacuata una palazzina
23/07 1500797340 Albero cade sulla strada e e invade metà corsia: arrivano i Vigili del Fuoco
23/07 1500796200 Boom di incendi nel Lazio. Tra boss, cemento ed Enti distratti
23/07 1500794940 Incidente sulla Pontina, padre e figlio feriti. 11enne in eliambulanza
23/07 1500789600 Magistrale in ingegneria agroalimentare e triennale in chimica a Latina
22/07 1500759720 Tentato furto di un parcometro a Nettuno, l’Npm salva macchinario e incasso
22/07 1500745560 Si allontana dai genitori in spiaggia: ritrovata a un km di distanza
22/07 1500736800 Gino Paoli e Danilo Rea, concerto "magico" al campo Coni di Latina
22/07 1500735900 Ancora una giornata di incendi ai Castelli: tre incendi a Lariano
22/07 1500734100 Litiga col vicino, prova a incendiargli il portone e aggredisce i Carabinieri
22/07 1500725640 Serie D. Eagles Aprilia, Morgia a Abate pronti a ripartire
22/07 1500718740 Arrestati i tre giovanissimi presunti autori di una rapina alle autolinee
22/07 1500718260 Bagarre in Consiglio comunale a Marino, la minoranza lascia l’aula
22/07 1500712920 Bimba persa e ritrovata a Nettuno, informativa in Procura per i genitori