[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Rischi anche a Pomezia e Castelli

Il 36% dei siti inquinati e da bonificare nel Lazio si trova a Latina FOTO

<
>
Latina - Il nucleo speciale dei vigili del fuoco fa 
carotaggi discarica per appurare pericolosità
Latina - Il nucleo speciale dei vigili del fuoco fa carotaggi discarica per appurare pericolosità
Ex pozzi ginori-latina - Rifiuti pericolosi abbandonati, dati alle fiamme e lasciati all'aperto. L'ex fabbrica è all'ingresso di Latina
Ex pozzi ginori-latina - Rifiuti pericolosi abbandonati, dati alle fiamme e lasciati all'aperto. L'ex fabbrica è all'ingresso di Latina

Quanto è inquinata la nostra regione? Tanto secondo il piano redatto dal dipartimento istituzionale e territorio della Pisana che ha lo scopo di programmare interventi più o meno urgenti di bonifica. C'è davvero da preoccuparsi in provincia di Latina dove si trovano il 36% dei siti ad altissima priorità, e cioè con indice di rischio superiore a 10, mentre è decisamente più sotto controllo la situazione nell'hinterland romano. 
Ad aggravare il quadro complessivo, il fatto che lo stato delle aree intensamente inquinate si trascini da anni senza che si riesca ad arrivare a un'effettiva e radicale riqualificazione. Basta pensare che tutti e cinque i siti pontini erano già presenti nel piano del 2002, redatto in fretta e furia dagli uffici della Pisana, così come dalle altre regioni, dopo che l'Unione Europea cominciò a minacciare l'Italia di salatissime sanzioni. Analisi e documenti, insomma, servono a fotografare la situazione ma poi i fondi non ci sono e le discariche continuano a crescere.

Siti pericolosissimi: Aprilia al primo posto
Se in provincia di Latina c'è un comune fortemente a rischio, cittadini e politici lo sanno ormai benissimo, è sicuramente quello di Aprilia dove si trovano tre dei cinque siti sorvegliati speciali. Nel rapporto redatto dalla Regione, oltre alla ex Nova Solai, lungo la Pontina nel territorio del capoluogo, e alla discarica di Quarto Iannotta a Fondi, compaiono infatti la ex cava in località Sassi Rossi e le discariche in località Sant'Apollonia e La Cogna ad Aprilia. Quest’ultima, le cui criticità si trascinano dal lontano 1975, è ormai nota alle cronache in quanto, pur non essendo stata ancora bonificata, è stata indicata come sito idoneo per ospitare altri rifiuti. Una battaglia che, tra comitati e interventi politici, è ancora aperta. Secondo il rapporto, comunque, qualcosa si sta facendo: tutte le aree apriliane inquinate risultano infatti classificate con il codice  I.C. (indagini di caratterizzazione in corso). Data la situazione, tuttavia, questo qualcosa è ancora davvero troppo poco. 

Rischi notevoli anche a Pomezia e Cisterna
Ben più numerosi, invece, i siti ad alta priorità (indice di rischio compreso tra 7.5 e 10) che sono in totale 20 nel territorio romano e 16 in provincia di Latina. A farla da padrona, anche in questa seconda categoria, è ancora Aprilia che conta altre quattro aree: la Ecolmaci a Campoleone, un'altra vasta discarica, soltanto segnalata, lungo la Pontina, la Nordex Srl e un'area non meglio identificata (è in corso l'analisi di rischio) a Campoverde. 
Benché non possano certamente competere con il primato di Aprilia, le cose non vanno meglio nelle immediate vicinanze dove risultano sorvegliate speciali anche la ex Nalco e la Goodyear di Cisterna, l'Intercarta Srl di Pomezia, ben due discariche a Sonnino, in località Le Monache e Costa dei Doveri e la ex Pozzi Ginori di Latina. 

Castelli e litorale: l’inquinamento è acqua passata
I comuni dei Castelli e del litorale romano non solo non figurano nell'elenco dei siti a rischio alto e altissimo ma, anzi, compaiono nel rapporto solo perché vantano diverse località già bonificate con tanto di certificato. Totalmente sicuri nonostante i trascorsi, secondo i rilievi disposti dalla Regione risultano quindi i distributori di carburante di Viale della Vittoria e via Visca a Nettuno, così come altre quattro aree di servizio precedentemente segnalate a Frascati e il benzinaio di via dei Laghi a Marino. Come criticità completamente risolte vengono inquadrate anche quelle riscontrate anni addietro sulla Nettunense ad Albano, in via Goldoni ad Anzio e in via Fontanile del Piscaro a Grottaferrata. A concludere l'elenco, il sito di via San Tommaso a Velletri dove forme preoccupanti di inquinamento erano dovute a una cabina elettrica ma sono state completamente risolte. Uno stanziamento di 150mila euro ha invece risolto, almeno in parte, la situazione della discarica di Capo Croce a Lariano la cui bonifica è stata inserita nel programma delle opere pubbliche 2015-2017.



Articoli Correlati:

23/02 Anzio, Aprilia, Latina e Cisterna Narce "Reti di giustizia" dalle ceneri di Libera I presidi, i gruppi, i soci che a Latina, Anzio, Nettuno, Aprilia e Cisterna di ...
2014 Federlazio denuncia Imprese oneste pagano il conto dei cartelloni pubblicitari abusivi Importante levata di scudi contro la giungla della pubblicità stradale irregolare. A chiedere un po' ...
26/02 La svolta green fa gola, ma... Auto elettriche: (quasi) impossibile ricaricarle in provincia di Latina Esenzione dal bollo per i primi cinque anni, sconti sulla copertura assicurativa, costi di manutenzione ...
2016 Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno, Castelli Arrivano 2.378 rifugiati: sul litorale e ai Castelli nuovi centri accoglienza Nella provincia di Roma stanno per arrivare 8.074 richiedenti asilo e la Prefettura corre ai ...
2016 Sporchi, vecchi e in perenne ritardo Treni laziali tra i più pericolosi d’Italia: Sporchi, vecchi e sempre in ritardo Sporchi, vecchi, in perenne ritardo e adesso pure pericolosi: lo sono i treni regionali di ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11:04 1493024640 Scontro tra un camion e un'auto sulla Pontina, ferita una donna
10:17 1493021820 Dipendenti comunali di Aprilia sono in sciopero: il Sindaco dirige il traffico
10:09 1493021340 Sfondano il vetro dell'auto dell'ex assessore di Ardea per rubare due giacche
09:42 1493019720 Scavano un buco nella parete per entrare in casa e rubare gioielli e soldi
09:35 1493019300 Magnati russi volevano la residenza ad Aprilia: il Consiglio di Stato dice No
09:25 1493018700 Mauro De Lillis vince le primarie ed è il candidato Sindaco di Cori
09:15 1493018100 L'omaggio di Latina a Don Gianni Checchinato, ordinato Vescovo di San Severo
23/04 1492969860 Aprilia Calcio all'ultimo respiro contro il Serpentara
23/04 1492961520 Cisterna, open day a Tres Tabernae: boom di visitatori nel week end
23/04 1492960740 Marino, i vigili del fuoco in bici partecipano al Memorial Roberto Pierimarchi
23/04 1492952640 Liberati due falchi, due gheppi e due testuggini alla Riserva Tor Caldara
23/04 1492951080 Spiaggia al Santuario di Nettuno, avviati lavori straordinari di manutenzione
23/04 1492950600 Sermoneta si tinge di rosa e celebra la creatività femminile
23/04 1492949400 Cerca di impiccarsi nel carcere di Velletri, detenuto in gravi condizioni
23/04 1492944120 Dopo il Vinitaly i Castelli Romani puntano tutto sull’enoturismo
23/04 1492941240 Pomezia, Fucci per Luigi Di Maio è il migliore esempio di buon governo a 5Stelle
23/04 1492934880 Terracina: confiscate case, automobili e conti correnti a presunto camorrista
23/04 1492933440 Terracina: il primo campionato di sculture di sabbia all'insegna della fantasia
23/04 1492932600 Endoscopi rubati 14 mesi fa (e non ricomprati). Meno screening gratuiti
23/04 1492932600 Genzano, arrestato giovane insospettabile: spacciava e coltivava marijuana
22/04 1492887540 Domenica 23 le primarie a Cori tra De Lillis e Cochi per il candidato Sindaco
22/04 1492875600 L'archeologa di Satricum è cittadina onoraria di Latina
22/04 1492874880 Il 25 aprile torna a dividere Aprilia: confermata la manifestazione "di destra"
22/04 1492873800 Fiamme alte 10 metri a Tre Cancelli, strada chiusa e partite di calcio sospese
22/04 1492873620 Il Presidente dell'Europarlamento in visita in Prefettura in provincia di Latina