[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

I dati della Città Metropolitana

Rischio idrogeologico: la mappa del pericolo. I Castelli sono al sicuro, ma... FOTO

<
>
Una frana di novembre 2014 (foto Luciano Sciurba)
Una frana di novembre 2014 (foto Luciano Sciurba)

è un fenomeno che interessa tutto il territorio nazionale e che, purtroppo, sempre più frequentemente conquista le prime pagine dei giornali. Il rischio idrogeologico in Italia è molto elevato, i dati indicano un aumento degli eventi franosi che nel 2015 hanno interessato un’area di 22.176 chilometri quadrati (Genova,  Messina,  La Spezia, Salerno e Bolzano le zone più  colpite). 
Dalla fotografia scattata nel primo rapporto sulla Città metropolitana, presentato in Campidoglio, emerge che nel Lazio sono ben 372 i Comuni con aree ad alta criticità idrogeologica per un totale di circa 805 chilometri quadrati  a rischio frane (corrispondenti  al  4,7%  della superficie totale). Roma si piazza al settimo posto nella classifica nazionale del pericolo idrogeologico (2,7%) alle spalle di Genova, Napoli, Firenze, Bologna, Torino e Reggio Calabria (Dati Ispra 2015). 

AREA METROPOLITANA
Nello studio si evidenzia come il  territorio  metropolitano della capitale sia stato  caratterizzato  negli  ultimi  decenni  da  una  rapida  espansione  urbana. Una crescita  che “non  è  sempre  stata  seguita  da  adeguamenti  delle  strutture  e  infrastrutture  abitative  e del reticolo idrografico”. Non solo. Un altro problema causato dall’urbanizzazione è stata  la  scelta  di  “edificare  intensamente  anche  in  aree  di  naturale  pertinenza  fluviale  o, comunque, soggette a rischio di inondazioni”. Insomma, si è costruito troppo e spesso dove non si poteva.

CASTELLI ROMANI
Tra  gli unici cinque Comuni  del  territorio metropolitano che  non  presentano  importanti  dissesti idrogeologici ce sono due della zona dei Castelli romani: Ciampino e Monte Porzio Catone (oltre a Nettuno, Sambuci e San Cesareo). 
Nel complesso la situazione è abbastanza “positiva” con valori sia in termini relativi sia assoluti al di sotto della media, tranne qualche eccezione. Dai dati forniti nel rapporto si evidenzia come il Comune di Nemi sia quello dei Castelli che, in percentuale, ha la maggiore superficie a rischio idrogeologico (9,7% per un totale di 0,7 chilometri quadrati). Anche per questo nell’ultimo anno sono stati effettuati importanti interventi di messa in sicurezza. Valori significativi per Rocca di Papa (5,3% del territorio pari a 2,3 chilometri quadrati) e Lariano (5,1%), comunque ben lontani dai Comuni in vetta a questa classifica con oltre il 20% del territorio a rischio idrogeologico. 
Se confrontata con gli altri Comuni metropolitani, relativamente buona la situazione registrata a Frascati (0,2%), Monte Compatri (0,5%), Genzano (0,7%), Ariccia (1,7%), Castel Gandolfo (2,1%), Grottaferrata (2,1) e Albano (2,3%), anche se percentuali basse possono comunque nascondere grandi pericoli.



Articoli Correlati:

12/03 Rischi anche a Pomezia e Castelli Il 36% dei siti inquinati e da bonificare nel Lazio si trova a Latina Quanto è inquinata la nostra regione? Tanto secondo il piano redatto dal dipartimento istituzionale e ...
2015 Solo Ariccia e Genzano realizzano il 65% Porta a porta, un altro anno perso. Quasi tutti i Comuni ancora fuorilegge Promessa dai politici in campagna elettorale, gonfiata dagli amministratori pubblici incapaci o piegati al cospetto ...
2014 Solo tanti annunci SOS dissesto idrogeologico nel Lazio: zero lavori ultimati tra Roma e Latina Regione Lazio per un reale e preventivo contrasto al dissesto idrogeologico? Per ora no, parola ...
2014 Continua l'allerta meteo Castelli Romani si svegliano sotto la pioggia: frane, allagamenti e smottamenti Ancora emergenza maltempo ai Castelli Romani, dalle prime ore di questa mattina. Colpiti da frane, ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
08:49 1505890140 Un posto in consiglio comunale: De Falco vuole rinunciare, pronto Rinaldi
08:38 1505889480 Tragedia in strada: 35enne muore sulla Severiana ad Ardea dopo un sorpasso
08:22 1505888520 Tribune insicure e falso collaudo: in quattro rinviati a giudizio
08:19 1505888340 Incidente in macchina con la baby sitter: bimbo di quattro anni in coma
19/09 1505841420 Caso di chikungunya rilevato ad Aprilia: parte la disinfestazione straordinaria
19/09 1505832960 Velletri, denunciato da polizia locale 35enne ubriaco dopo grave incidente
19/09 1505830860 Omicidio Pompili, la Polizia Locale indaga su due frutterie di Aprilia e Anzio
19/09 1505830680 Verifiche della Municipale a Nettuno sugli abusi edilizi ordinate le delimozioni
19/09 1505830500 Pino Ranucci dopo il viaggio a Pontida pronto a entrare in Noi con Salvini Anzio
19/09 1505830320 Ruba bottiglie di whisky alla Pam di Nettuno, arrestato dai Carabinieri
19/09 1505827920 Ardea, Ciuchino investito: volontario lo soccorre e resta con lui tutta la notte
19/09 1505824440 Academy Nettuno, Under 15 fuori dalla Final Four
19/09 1505822820 Serie A Federale. Coppa Italia, il Città di Nettuno Ko in finale
19/09 1505822580 Processo Albafor, prossima udienza il 3 ottobre con gli 8 testimoni di Marini
19/09 1505822460 In macchina lo scanner per intercettare la Polizia: 25enne denunciato
19/09 1505821560 Fondi per beni confiscati alla criminalità: Pomezia li usa per la casa-rifugio
19/09 1505819100 Ad Ardea un caso di Chikungunya: questa mattina iniziata la disinfestazione
19/09 1505818560 Processo Albafor, il Sindaco di Albano oggi in udienza davanti ai giudici
19/09 1505818140 Ladro di abiti di lusso scappa in mezzo ai campi ma i carabinieri lo arrestano
19/09 1505817660 Istituita l'isola ecologica a Fontana di Papa, a due passi dalla Nettunense
19/09 1505813580 Giri lascia la presidenza della commissione trasporti: «Impegni lavorativi»
19/09 1505812140 Cancelli anti-degrado nella cattedrale San Marco di Latina
19/09 1505808000 Stazione Pomezia, sindaco: «Non è vero che io e Corrado siamo rimasti immobili»
19/09 1505807220 Un pontino alla guida dell’Associazione Nazionale Amministratori Immobiliari
19/09 1505806920 400 firme per chiedere un'ordinanza per la chiusura della Sep di Pontinia