[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Giallo sui prestiti bancari al Comune

Formalba, 2 piani per pagare i debiti. Intanto, c'è un altro esposto in Procura

L'ingresso della Direzione Formalba ex Albafor, in via Italia
L'ingresso della Direzione Formalba ex Albafor, in via Italia

L’Istituto scolastico professionale ex Albafor attuale Formalba prova a guardare al futuro, ma è gravato dai debiti del passato. Il 13 settembre Claudio Bosi ha incontrato per la prima volta i 160 dipendenti. 
E lui il Presidente della Aless Don Milani di Roma, l'associazione no profit che da luglio divenuta proprietaria della Formalba, subentrata al Comune di Albano. L’incontro si è tenuto presso l’oratorio di Cecchina, la frazione di Albano in cui si trova la sede della Direzione aziendale. Accanto a lui vi era solo Dario Spaccatrosi, capo del personale, unico dirigente nominato dal vecchio proprietario – il Comune di Albano – ora riconfermato al suo posto. Bosi ha annunciato che nessuno dei lavoratori perderà il posto di lavoro, che presto incontrerà i sindacati, e che da ottobre gli stipendi saranno pagati regolarmente. 
La prima mensilità sarà settembre 2018, che verrà corrisposta il 10 ottobre. Formalba è operativa sul territorio con 7 sedi situate tra i Castelli Romani, Pomezia, Valmontone e Colleferro e circa 900 studenti.

IL PIANO PER I PRIVATI
Il nuovo capo di Formalba ha informato i dipendenti che sta lavorando a due piani di rientro che permetteranno di ripianare tutti i debiti accumulati in passato. Il primo, triennale, servirà a restituire quanto dovuto ai privati, in totale poco meno di 7 milioni di euro. Circa 4 milioni nei confronti dei soli lavoratori: si tratta degli 8 stipendi relativi all’anno scolastico 2016-2017. Inoltre, vi sono i quasi tre milioni di euro di prestiti ottenuti dalla vecchia Albafor Spa tuttora detenuta al 100% da Formalba e mai restituiti a due noti istituti di credito: 2 milioni e 440mila euro con la ex Banca Popolare di Aprilia, assorbita dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna, e poco meno di 500mila euro con la Banca Toniolo di Genzano. Chi pagherà le banche? Un dubbio pende sul Comune di Albano: il 6 dicembre 2010 il Sindaco Marini con una lettera di patronage garantì  che il Comune dava copertura totale e che avrebbe mantenuto il 100% di Albafor Spa. 
Siccome le garanzie in questi casi durano 10 anni, fino al 6 dicembre 2020 le banche potrebbero rivalersi sul Municipio in qualità di ex proprietario di Albafor. Sarebbero circa 72 euro  a testa per ogni cittadino di Albano, interessi esclusi. 

IL PIANO PER TASSE E CONTRIBUTI EVASI
Il secondo piano di rientro decennale servirà invece a ripianare i debiti, pari a poco meno di 4 milioni di euro, accumulati con gli Enti pubblici: tasse e contributi previdenziali e assistenziali non versati. In particolare due milioni e 12mila euro con l’Agenzia delle Entrate e quasi due milioni di euro con l’Inps. Due piani anti crack, ovvero di rientro dai debiti, particolarmente ambiziosi visto che Formalba, a causa del numero consistente di dipendenti ben al di sopra della media di settore, accumulava fino a giugno scorso circa 100mila euro di passivo al mese. 
Così sosteneva davanti ai lavoratori l’ex Amministratore Delegato di Formalba, Massimo Bareato. 

Le domande per Bosi
Di preciso, come pensa di sanare i debiti di Albafor e di Formalba senza chiedere fondi extra alla Regione Lazio? I finanziamenti regionali saranno sufficienti d’ora in avanti per pagare con regolarità gli stipendi ai lavoratori? La vecchia dirigenza non ci riusciva, cosa è cambiato rispetto al passato? In particolare, come e quando pensa di restituire i quasi 3 milioni di euro alla Banca Popolare dell’Emilia Romagna e alla Banca Toniolo di Genzano? Sono le domande che abbiamo inviato a Claudio Bosi, Presidente di Aless Don Milani e nuovo proprietario di Formalba. Restiamo in attesa delle sue risposte.
 

 

Esposto in Procura e Corte dei Conti
Chi, come e quando estinguerà i quasi 3 milioni di euro di debiti bancari di Albafor e Formalba? È la domanda che Nabil ‘Bibbi’ Cassabgi, ex consigliere comunale di Albano, ha inviato in un esposto alla Procura della Repubblica e al Tribunale di Velletri, alla Banca Popolare dell’Emilia Romagna, alla Banca Toniolo, alla Banca d’Italia – organo di controllo del sistema bancario – alla Corte dei Conti, alla Guardia di Finanza e a Claudio Bosi, presidente dell'Aless Don Milani nuovo proprietario di Formalba. Dalle numerose querele penali di Cassabgi è nato il processo Albafor, che vede coimputati il sindaco di Albano, Nicola Marini, l’ex sindaco, Marco Mattei, e altri notabili della politica albanense. Il 3 ottobre è in programma la prossima udienza. Sfileranno i 9 testimoni chiamati dal sindaco Marini e due investigatori della Guarda di Finanza di Velletri, convocati invece dal Pubblico Ministero, dottor Luigi Paoletti. 
Tags: formalba  albafor  debiti 


Articoli Correlati:

11/05 Dipendenti attendono stipendi da mesi Albafor e Formalba, confermato il debito da 15,3 milioni di euro Un epilogo carico di debiti: 15 milioni e 300mila euro, a tanto ammonta la voragine ...
05/04  sindacalisti scrivono al Caffè Albafor-Formalba, lettera di Cgil, Cisl e Uil Gentile redazione, questa lettera nasce dalla necessità espressiva dei lavoratori Formalba. Il Vostro giornale, più ...
2016 L'ex consigliere Cassabgi parte civile Dopo Albafor, a rischio anche Formalba. Entra nel vivo il maxiprocesso Allo ‘scandalo’ di una scuola pubblica che fallisce si aggiunge, ora, anche il rischio di ...
2016 Mandato al Sindaco Marini AAA vendesi Formalba: il Comune delibera la cessione dell'ente formativo Venerdì 20 maggio, con la delibera n. 35 il Consiglio Comunale di Albano ha incaricato ...
2016 L'istituto di formazione professionale Sul caso Albafor interviene anche la Banca d’Italia che avvia un'ispezione Non più solo il clamoroso ‘maxi processo Albafor’, ma ora anche una ispezione della Banca ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
24/11 1511542320 Palazzo fatiscente e pericoloso a Piazza Pia, ordinanze ignorate dal 2001
24/11 1511538540 Porto Rio Martino verso realizzazione, sopralluogo presidente Della Penna
24/11 1511532720 Pomezia, occupazioni abusive, miasmi e degrado: così muore Santa Palomba
24/11 1511530860 Nuova vita per i giardini "Pucci" di Pomezia, presto lavori di riqualificazione
24/11 1511529660 A sei mesi dall'incendio Eco X Canale 5 chiede lumi sulla bonifica del sito
24/11 1511529300 Ardea, le farmacie comunali non saranno vendute: ok alla gestione privata
24/11 1511528880 Tre nuove corse Cotral da Aprilia a Borgo Piave per gli studenti del S.Benedetto
24/11 1511528220 Pomezia, "prove tecniche di coalizione" tra Pd e Psi. Ma non tutti "collaborano"
24/11 1511526780 Città di Pomezia, arrivano i primi 2 colpi dalla sessione invernale del mercato
24/11 1511525280 Scontro tra un'auto e un bus Cotral sull'Appia, gravi madre e figlio
24/11 1511519040 Tombino che sgorga in spiaggia a Nettuno, ma sono acque bianche
24/11 1511518200 Al lavoro il primo Prefetto donna di Latina: sul tavolo la questione migranti
24/11 1511517960 Un flash mob a Frascati per dire 'no' alla violenza contro le donne
24/11 1511517840 Nemmeno con un fiore, le iniziative contro la violenza sulle donne a Cisterna
24/11 1511517480 Ultimi due appuntamenti con Tendance 2017 a Opera Prima Teatro
24/11 1511517360 Premiato il progetto per la costruzione della nuova scuola di piazza Zampetti
24/11 1511517060 Alessandro Cartelli lascia il comando della Polizia Locale di Cori e Lariano
24/11 1511515980 L'associazione Gap in prima linea per la lotta ai cambiamenti climatici
24/11 1511515020 Tentato furto a Nettuno, i ladri in fuga rischiano di investire una donna
24/11 1511514900 Ciampino, forse si salva un pezzo di Agro romano: Sì al museo alla Marcandreola
24/11 1511514840 Regionali a 5 stelle, il Vicesindaco Mancini incontra i Meetup di Nettuno
24/11 1511513640 Un successo la manifestazione "Non è amore" contro la violenza sulle donne
24/11 1511509560 Velletri, iniziative per la Giornata Mondiale contro la Violenza sulle donne
24/11 1511507580 Inseguimento per le strade di Campoverde: a bordo 4 rom con strumenti da scasso
24/11 1511507280 Ladri al poliambulatorio: svuotata la cassa automatica per le prenotazioni