[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Gruppo di detenuti in agitazione

Proteste e disordini al carcere, intervergono gli agenti della penitenziaria

L'altro ieri pomeriggio un gruppo di detenuti Italiani hanno protestato creando gravi disordini nella propria sezione detentiva. La protesta è stata violenta tanto da indurre i detenuti a rompere tavoli, sgabelli, vetri di alcune finestre e telecamere di sorveglianza, inoltre hanno utilizzato anche l’ idrante per allagare la sezione detentiva. A darne notizia sono oggi  i sindacalisti dell’ Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli che da anni denunciano tutte le problematiche inerenti alle strutture e al personale della Giustizia. "Abbiamo avuto dei momenti molto difficili – commenta Borrelli – gestire una protesta dei detenuti non è assolutamente facile, i detenuti in quel momento erano fuori controllo e disposti a qualunque altro gesto lesivo nei confronti di chiunque rappresentava lo Stato. Stiamo cercando di capire i motivi della protesta – continua il sindacalista - che fortunatamente si è conclusa senza feriti e senza l’ uso legittimo della forza da parte della Polizia Penitenziaria che con grande professionalità ha saputo gestire l’ evento critico riportando alla normalità la vita detentiva nella sezione ". Alcuni detenuti individuati come presunti promotori della protesta sono stati trasferiti nel reparto isolamento per essere interrogati sull’ accaduto, mentre gli altri sono rimasti nella loro sezione per gli accertamenti del caso. Per non bastare – conclude Borrelli – nel tardo pomeriggio del 06.10.2017 un gruppo di Detenuti Rumeni improvvisamente si sono scagliati contro un loro connazionale riempiendolo di calci e pugni su tutto il corpo. Grazie al suono dell’ allarme gli Agenti sono intervenuti immediatamente sul posto ed evitato che accadesse il peggio ". A farne le spese è stato solo il detenuto vittima del pestaggio che riportato ematomi su tutta la testa, viso e corpo. Il detenuto è stato curato presso l’ infermeria del carcere e trasferito nel reparto isolamento per le precauzioni del caso. La serata si è conclusa con delle forti crisi epilettiche venute ad un giovane detenuto che lo hanno portato ad avere un arresto cardiaco. Grazie alla grande professionalità del medico di guardia K. A. fortunatamente il giovane detenuto è stato subito rianimato ed inviato con urgenza presso il pronto soccorso di Velletri. Il detenuto dopo essere stato stabilizzato dalle cure dell’ ospedale ha fatto rientro in carcere nella tarda notte.

Su gli eventi critici interviene anche il Segretario Regionale Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda, che dichiara ;

" Negli ultimi tempi a livello Nazionale gli eventi di autolesionismo, tentato suicidio, evasioni, proteste e aggressioni sono al centro dell’ attenzione – commenta Olanda – questo campanello di allarme deve fare riflettere le Istituzioni - occorre immediatamente rivedere il funzionamento di tutti gli ingranaggi della Giustizia -. Nei 14 Istituti penitenziari del Lazio la capienza regolamentare dei posti letto è di 5.256 detenuti, presenti 6.333 di cui 403 donne ( 1 evasa giorno sei dal carcere femminile di Roma Rebibbia) e 2.704 stranieri   – dati aggiornati al 30 settembre 2107 -. Nello specifico i posti regolamentari del carcere di Velletri sono 411 presenti 570 di cui 245 stranieri – dati aggiornati al 30 settembre 2107 -. Il problema del sovraffollamento detenuti, il 50% dei detenuti stranieri ristretti, la gestione dei detenuti con problemi di natura Psichiatrica, la grave carenza di personale di Polizia Penitenziaria e di tutte le figure professionali ed va risolto subito prima che la situazione degeneri. Il Ministro Andrea Orlando – conclude Olanda – anziché impegnarsi di cambiare nome alla Polizia Penitenziaria chiamandola Polizia del Trattamento, farebbe meglio bandire un concorsone per l’ assunzione di almeno 3.o00/4.000 Agenti e non come ha fatto negli ultimi tempi bandendone uno di 192 a fronte di una mancanza di 9.000 di Agenti a livello Nazionale. Un concorso di 192 Agenti è una goccia in mezzo all’oceano, va semplicemente ad incidere sulle spese dello Stato senza risolvere il problema. Se il Ministro Orlando vuole risolvere il problema della Polizia Penitenziaria farebbe meglio a transitarla nella Polizia di Stato e non umiliarla cambiandone il suo nome. Come sindacato ci congratuliamo ancora una volta per la grande professionalità che la Polizia Penitenziaria e il personale sanitario continua a dimostrare nonostante le loro condizioni disperate in cui lavorano ".



Articoli Correlati:

2016 Caos nelle celle del carcere Velletri: un detenuto aggredisce gli agenti, un altro tenta il suicidio Ieri nel carcere di Velletri un cittadino algerino ha rotto a calci dei sanitari da bagno ...
2016 Polizia penitenziaria nel caos Celle sovraffollate, tensione tra il personale del carcere di Velletri "La situazione del carcere di Velletri è giunta al limite della sopportazione.  All'endemico sovraffollamento della struttura ...
2015 «Solo doveri e niente diritti» Carcere Velletri, il Sippe: «525 detenuti contro 100 agenti. È intollerabile» Il Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria) denuncia ancora una volta la gravissima carenza di personale di ...
18/09 Nel carcere di Velletri Il sindacato Ugl Polizia Penitenziaria non parteciperà alla Festa degli agenti Velletri, il sindacato Ugl Pol. Pen si asterrà dalla Festa del Corpo della Polizia Penitenziaria ...
05/09 Blitz della Polizia Penitenziaria Maxi operazione antidroga in carcere, trovata hashish, cocaina e marijuana Durante una massiccia operazione antidroga della Polizia Penitenziaria nel carcere di Velletri, un agente addetto ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:59 1508662740 Rubano elettrodomestici dal negozio: arrestati in flagranza romeni
10:59 1508662740 Deteneva illegalmente in casa pistola e cartucce: 27enne arrestato
10:02 1508659320 Saviano alla Feltrinelli per firmare le copie del libro: centro blindato
09:29 1508657340 Serie D, Girone di Latina. L’Eagles Aprilia è già grande
09:25 1508657100 Neonata venduta: le due "mamme" patteggiano e tornano in libertà
09:03 1508655780 La Regione dirama allerta meteo nel Lazio: rischio idrogeologico
09:00 1508655600 Caso Colosseo: gli abusivi si rivendono le case
08:47 1508654820 Serie D, Girone A. San Giacomo Nettuno, una partenza col botto
08:00 1508652000 «Domenica niente corse, orari sballati con quelli delle scuole e ritardi»
21/10 1508603040 Lancia la droga dal finestrino per non farsi beccare dai carabinieri: arrestato
21/10 1508601000 Getta in strada i vecchi libri di scuola (ma non cancella il nome): maxi multa
21/10 1508592720 Cartelloni pubblicitari a Nettuno, dopo l'esposto di Fassina parlano altre ditte
21/10 1508592540 Arrestato ai Castelli uno studente di 19 anni: trovato con 21 dosi di marijuana
21/10 1508582340 Lavoro nero, due aziende agricole di Latina sanzionate e un titolare denunciato
21/10 1508581860 Sorpreso a rubare in un'azienda agricola di Aprilia: in manette 20enne di Ardea
21/10 1508581380 47enne di Pomezia condannato a 4 anni e mezzo per reati commessi nel 2012
21/10 1508580360 Parte il mercato del contadino a Pontinia in collaborazione con Coldiretti
21/10 1508579460 Omicidio durante il furto a Latina, a Napoli l'ultimo saluto a Mimmo Bardi
21/10 1508577600 Prese mentre borseggiavano un turista, una è troppo piccola: non è imputabile
21/10 1508577180 Genzano, le sigle sindacali rendono noto l'esito dell'incontro col sindaco
21/10 1508570520 Il CdA della Bcc prende atto delle dimissioni del Presidente Luciano Eufemi
21/10 1508570340 Ricettazione di reperti archeologici, perquisizioni della Finanza anche ad Anzio
21/10 1508569560 La Guardia di Finanza scova a Pomezia 28.000 litri di gasolio di contrabbando
21/10 1508569200 Lanuvio, Natale dovrà essere operato al volto; gli aggressori già ai domiciliari
21/10 1508569020 Si riaccendono le telecamere sul lungomare di Latina. A breve anche in città