[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Saranno anche risarciti

Le assunzioni alla Asl Rm6 non furono spreco di denaro: assolti 4 ex funzionari

Assolti e pure risarciti. I giudici della Corte dei Conti del Lazio hanno cestinato le accuse rivolte a tre manager e a un dirigente dell’Asl Roma H, l’attuale Roma 6, l’Azienda sanitaria del litorale e dei Castelli Romani, ritenuti responsabili dello sperpero di oltre due milioni di euro con la trasformazione dei contratti di lavoro libero-professionale di 55 medici in contratti a tempo determinato. Ritenute così “infondate e non provate” le tesi della Procura contabile, fondate sull’attività svolta dal servizio ispettivo del Ministero dell’economia e finanze, sintetizzata in un rapporto del 2012.

A giudizio erano finiti l’ex direttore generale dell’Asl Roma H, Lorenzo Mingiacchi, di Anzio, già coinvolto in un’inchiesta su un giro di mazzette relative ad appalti, arrestato e condannato tre anni fa dal Tribunale di Viterbo a quattro anni di reclusione, l’ex direttore sanitario, Vittorio Amedeo Cicogna, di Roma, l’ex direttore amministrativo, Danila Fiorillo, di Nettuno, e il dirigente Lorenzo Torre, di Ravenna, dopo che le posizioni di altri sei dirigenti e funzionari erano state archiviate. Secondo gli ispettori del Mef prima, che avevano denunciato anche “significative irregolarità” nella gestione complessiva dell’Azienda sanitaria, e secondo gli inquirenti contabili poi, le modifiche ai contratti erano state fatte nel 2008 violando la legge. Era stato sottolineato che i rapporti di lavoro erano stati modificati senza fare alcun concorso e senza rispettare le misure regionali per il rientro del debito sanitario, ignorando così le indicazioni generali per il contenimento della spesa pubblica. Per gli inquirenti, in particolare, con l’operazione compiuta dall’Asl Roma H, considerando le differenze retributive tra una tipologia contrattuale e l’altra, era stato arrecato alle casse pubbliche un danno pari a quasi 5 milioni di euro. Vista l’utilità dell’attività svolta dai 55 camici bianchi, ai tre manager e al dirigente era stato chiesto di risarcire 2.336.802 euro. L’iniziativa presa dall’Azienda Roma H per garantire le prestazioni agli utenti ha invece convinto i giudici, che hanno considerato le accuse infondate. Ritenendo larga parte delle somme contestate ormai coperte da prescrizione e per il resto assente il requisito della “grave colpevolezza” di Mingiacchi e gli altri, la Corte dei Conti ha assolto i quattro e ha concesso loro anche un risarcimento di 2.400 euro a testa per le spese legali sostenute.

Clemente Pistilli

Tags: asl  castelli  litorale 


Articoli Correlati:

2016 Tra le "vittime" anche la Asl Roma H 8 anni come Dirigente Asl (ma senza laurea): mezzo milione da restituire Accusata di aver lavorato otto anni come dirigente Asl senza avere alcuna laurea, ben sei ...
2016 Latina, litorale e Castelli Elezioni comunali ancora senza data. Ecco quando potrebbero esserci È ancora mistero per quanto riguarda le date delle elezioni comunali 2016. Nella nostra zona, ...
2015 Nuove assunzioni per la Asl RmH 8 nuovi medici e un farmacista in arrivo negli ospedali dei Castelli Romani È stato firmato oggi dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti il decreto con cui ...
2015 6 milioni di metri cubi di calcestruzzo Agro pontino, Castelli e Litorale: boom di abitanti e case rimaste invendute Tanti cantieri, un’infinità di case e palazzi nuovi ma invenduti. Sebbene non manchino le persone, ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/01 1516216200 Ardea, caos assemblea pubblica, la situazione degenera: sindaco scortato fuori
17/01 1516213620 Ennesimo incidente sulla Pontina, auto centra il guard rail spartitraffico
17/01 1516207860 Paura in via Eschieto a Nettuno, albero distrugge il muro di una abitazione
17/01 1516207020 Taglio dell'assistenza scolastica ad Ardea, i genitori denunciano il Sindaco
17/01 1516206600 'Questioni di inclusione', all'Istituto Ardea 1 lo psichiatra Paolo Crepet
17/01 1516206240 Controlli sul lungomare di Torvaianica, 2 arresti per detenzione di stupefacente
17/01 1516206120 Arrestato un 35enne di Aprilia trovato in possesso di droga ai fini di spaccio
17/01 1516206060 Alla guida di un'auto rubata causa incidente, 25enne denunciato
17/01 1516204500 Il forte vento sradica due grossi pali della Telecom, Protezione civile a lavoro
17/01 1516204380 Giovanissimi. Unipomezia, mister Benotti soddisfatto dalla reazione
17/01 1516203540 Giovanissimi Elite. Fortitudo Futsal Pomezia, parte l'operazione Play Off
17/01 1516203060 Liquami nella case di via Roma a Pavona, intervengono i vigili del fuoco
17/01 1516202820 Arrivati dalla Regione Lazio 400mila euro di finanziamenti per le scuole
17/01 1516199940 Nuovo servizio "Tu passi" per eliminare le code nei servizi al cittadino
17/01 1516198560 Pallanuoto, Serie C. Anzio Pallanuoto a punteggio pieno
17/01 1516198200 Accesso al mare di Torvajanica, al via i lavori per due nuove passerelle
17/01 1516198080 Nettuno-Velletri bloccata per il crollo di un pino, arbusto cade in via Eschieto
17/01 1516197000 Anzio Calcio, il nuovo allenatore è Marco Ghirotto
17/01 1516195620 Amatoriale, Torneo Slowpitch Città di Nettuno allo Sprint Finale
17/01 1516193520 The Harvest: in sala il docu-film sul caporalato dei sikh di Sabaudia
17/01 1516192980 Il Carnevale popolare di Velletri 2018 al via dal 28 gennaio
17/01 1516192980 Femminile, Serie D. La Coccinellla sbanca anche Vallerano
17/01 1516192800 Il 20 gennaio parte la riforestazione del territorio di Sermoneta
17/01 1516192260 Pino marittimo crolla all'interno di una abitazione, paura ad Anzio
17/01 1516191420 Processo Albafor, udienza il 25 gennaio. Sentenza attesa a febbraio