StudioEffe si propone come tua guida sicura per accedere ai crediti d’imposta

Bonus Formazione 4.0 per i dipendenti grazie al decreto Aiuti

Il decreto Aiuti ha potenziato il bonus formazione 4.0 per le Pmi. Si tratta di un bonus riservato alle aziende, sotto forma di credito d’imposta, per le spese di formazione del personale dipendente finalizzate all’acquisizione e al consolidamento delle competenze tecnologiche e informatiche. Le aliquote del credito d’imposta variano in base alle piccole, medie o grandi imprese. Un’occasione di crescita per moltissime realtà che prevede, però, una condizione: tutte le attività formative dovranno essere erogate da soggetti individuati con decreto dal Ministero dello Sviluppo Economico; inoltre, i risultati relativi all’acquisizione o al consolidamento delle competenze saranno certificati secondo precise modalità. Spesso non è semplice districarsi fra regolamenti e pratiche, così come può risultare un’impresa la scelta di formatori certificati e altamente professionali.
StudioEffe di Daniele Filipponi, partner Fenimprese Pomezia è in grado di seguire le aziende nel percorso di ottenimento del Bonus Formazione 4.0; una guida sicura che vi accompagnerà in ogni passaggio.

Fenimprese
Vediamo nel merito quali requisiti occorrono: possono accedere al credito di imposta formazione 4.0 tutte le imprese con sede in Italia, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali. Sono quindi previsti tutti i settori di attività (edilizio, turistico, alimentare, ristorazione, trasporti, servizi, commercio, studi professionali, sanità privata, pulizie ecc.). Sono invece escluse le aziende partecipate pubbliche, le Onlus, le Asd e le Ssd. È applicabile a tutte le tipologie di dipendenti, ciò significa che sono comprese tutte le tipologie contrattuali purché a busta paga.

Ecco i numeri

Il credito non è calcolato sul costo del formatore esterno, ma sul costo del personale che usufruirà del percorso di formazione. In questo modo, il credito d’imposta che si va a maturare è di circa 3.000/3.500 euro a dipendente all’anno. Ciò significa che per un’azienda che conta 20 dipendenti con contratto full time, vi sarà un guadagno in termini di credito d’imposta pari a circa 60/70.000 euro. Sono dati esemplificativi che offrono un’idea del vantaggio di accedere al bonus in questione. Va detto che è fissato un tetto massimo di 300.000 euro, pari all’incirca alla formazione di un centinaio di dipendenti.
La procedura: una volta completata la pratica, l’azienda ha l’onere di consegnare tutta la documentazione elaborata e la certificazione asseverata del credito d’imposta. Il bonus può essere utilizzato subito, in compensazione con tutto quanto transiti attraverso l’F24 per via telematica; in altre parole, sono compresi nel calcolo l’IVA, le spese contributive, l’Inps, Inail, Irpef ecc.
Una grande opportunità, dunque, che andrebbe sfruttata seguendo i passaggi previsti dal decreto. In questi casi è sempre consigliabile affidarsi a seri professionisti che possano guidare l’azienda e metterla in condizione di compiere le scelte giuste.

StudioEffe è il partner ideale per crescere, anche in formazione.
Contattaci all’800010645 – info@studioeffe81.it – www.studioeffe81.it

22/06/2022
Informazione pubblicitaria

Denti nuovi in poche ore: come si fa?

Le nuove tecniche consentono a mani esperte di donare un nuovo sorriso in tempi prima impensabili
Informazione pubblicitaria

Imballaggi e contenitori di qualità a prezzi imbattibili

VS PACKAGING ti fa risparmiare fino al 50% sul packaging di merci e alimenti
Informazione pubblicitaria

Bonus Formazione 4.0 per i dipendenti grazie al decreto Aiuti

StudioEffe si propone come tua guida sicura per accedere ai crediti d’imposta