[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Oltre 2 milioni di litri di liquami

Fiume di percolato su falde che alimentano Aprilia Anzio Nettuno Latina Cisterna FOTO

<
>
Via vai di autoSPURGO - Portano via il percolato dell'ex discarica di Velletri
Via vai di autoSPURGO - Portano via il percolato dell'ex discarica di Velletri

Un fiume di percolato, il liquido di scolo prodotto dai rifiuti, sopra le falde idriche. È quello che stanno aspirando e portando via grossi camion autospurgo dalla pancia dell’ex discarica comunale di Velletri, situata lungo via Passo dei Coresi, in località Lazzaria-Colle Rosso. Cioè sulla Cisternese, a due passi dal carcere di Velletri. L’operazione di raccolta, trasporto e smaltimento è stata affidata dal Comune di Velletri alla ditta ciociara Rizzi Francesco con la determinazione n.1078 del 9 ottobre 2017, sottoscritta dai capi dell’Area tecnica veliterna, Rossella Prosperi e Massimo Gregori, per una spesa di 15mila euro. L’immondezzaio è situato a cavallo tra i Comuni di Velletri, Cisterna, Lanuvio ed Aprilia, proprio sopra le falde acquifere di Carano che alimentano gli acquedotti pubblici di Aprilia, Anzio, Nettuno e parte di Cisterna e Latina nord, oltre a tante coltivazioni di questa zona classificata dalla Regione Lazio come “area agricola di rilevante valore”. Mentre scriviamo l’attività di aspirazione e trasporto dei liquami è ancora in corso. 

«QUANTITÀ ENORME DI PERCOLATO»
Stando alla citata determina comunale, sono stimabili 303mila litri di liquami, solo in queste settimane. Parliamo di «una quantità enorme di percolato, visto che questa discarica è chiusa dal 1999 e la sua attività dovrebbe essere del tutto esaurita e quindi non dovrebbe esserci più alcuna produzione di percolato». È quanto spiega a il Caffè un tecnico, esperto del settore ambientale. Ma altre carte portano a stimare quantità ben maggiori: alla stessa ditta, l’anno scorso, il Comune veliterno ha affidato analogo incarico per un costo di circa 6 volte quello dell’operazione attuale. Cioè, per oltre un  milione e 850mila litri di percolati. Il sito è stato “chiuso e messo in sicurezza” nel 2012. Così sostiene il Comune di Velletri. A febbraio 2015, un blitz del locale comitato No Biogas-No Discarica insieme al giornale il Caffè ha mostrato ben altra situazione: assenza di recinzione, animali al pascolo sugli invasi, pozzi spia per il controllo stracolmi di percolato,  fuori uso la rete di captazione del gas prodotto dai rifiuti, centralina meteo-climatica distrutta, etc. A giugno 2015, l’affaire della discarica di Lazzaria-Colle Rosso è finito sotto la lente della Commissione straordinaria dei rifiuti istituita dal Comune di Velletri. «Effettivamente, c’è ancora una piccola attività organica di fermentazione in discarica», affermò davanti ai Consiglieri comunali e ai tecnici del comitato l’ingegnera Carla Carnieri, incaricata da Regione e Comune di predisporre la chiusura del sito.

CLORO ALLE STELLE
Ad aprile 2016, con la deliberazione n. 70 la Giunta comunale di Velletri guidata dal Sindaco Fausto Servadio, ha stanziato 624mila euro “per la manutenzione straordinaria della discarica di Lazzaria-Colle Rosso” da ultimare entro 13 mesi, ovvero entro maggio 2017. L’11 aprile di quest'anno le analisi dei quattro pozzi spia della discarica, che servono a monitorare il funzionamento dell’impianto, presentavano ancora delle anomalie. In due di essi il cloro, elemento chimico che sopra certi limiti è nocivo per salute umana, ambiente e coltivazioni, era presente in concentrazioni che superano del 550% la soglia massima ammesso dalla legge. Per la precisione, 1.290 e 1.380 milligrammi per chilogrammo nei pozzi n. 1 e n. 3, contro un limite di legge pari a 250 milligrammi per chilogrammo.

IL COMITATO CHIAMA LA PROCURA
«Il 4 agosto scorso, la Volsca Ambiente e Servizi (municipalizzata dei rifiuti Comuni di Albano, Velletri e Lariano, ndr) ha presentato in Regione il progetto di un impianto da 30mila tonnellate all’anno di rifiuti, proprio accanto a questa discarica – dichiarano Gianluca De Felice, Antionio Beccia, Antonio Giangirolami e Eugenio Peretti, colonne portanti del comitato no biogas di Velletri e imprenditori agricoli della zona - sostenendo che la vecchia discarica è bonificata, sanata e messa in sicurezza. Ma forse non è così». 

LA SIGILLATURA NON TIENE
Non a caso a febbraio scorso l'Assessore all'ambiente di Velletri, Luca Masi, disse al giornale il Caffè che «di sicuro il capping (il 'tappo' sigillato definitivo, ndr) presenta delle fratture che fanno penetrare l'acqua piovana. La soluzione migliore è di ricostruire per intero la copertura del sito, ma ci servono 300mila euro a che debbono arrivarci dalla Regione Lazio. Ci stiamo lavorando». 
Chi vive nella zona non dispone di un acquedotto comunale, ma usa solo piccoli pozzi locali. Con quest'acqua vengono irrigati campi che danno prodotti anche d'eccellenza, come i kiwi. 
«Su questa vicenda abbiamo presentato una querela alla Procura di Velletri nel luglio scorso: confidiamo che la Giustizia compia velocemente il proprio corso. Ma stiamo ancora aspettando – concludono i cittadini - che il Procuratore capo, dottor Francesco Prete, trovi qualche minuto per riceverci e ascoltarci, come da noi richiesto». 

Vogliono un nuovo impianto a rifiuti proprio lì...
Il 7 dicembre Regione, Area Metropolitana (la ex Provincia di Roma), Asl, Arpa, Dipartimento Epidemiologico regionale e ben 9 Comuni - Velletri, Lariano, Artena, Genzano, Lanuvio, Nemi, Rocca di Papa, Aprilia e Cisterna di Latina - si incontrerano a Roma, presso l’Area rifiuti regionale per decidere il destino della fabbrica da 30mila tonnellate all’anno di rifiuti proposta il 4 agosto scorso dalla Volsca Ambiente e Servizi Spa, la municipalizzata dei rifiuti di Albano, Velletri e Lariano. Contro tale ipotesi ad ottobre scorso si sono schierate apertamente 200 aziende agricole di Velletri, Lanuvio, Aprilia e Cisterna e un centinaio cittadini. Andando in stampa prima della data dell'incontro, non possiamo riferirne l'esito. Finora  abbiamo registrato solo silenzi dalle Amministrazioni coinvolte.
 


Articoli Correlati:

2017 Velletri-Aprilia, assemblea infuocata Acqua inquinata e pericoli per la salute vicino la ex discarica di Lazzaria 80 cittadini, tra agricoltori e residenti, hanno partecipato stamattina ad una infuocata assemblea pubblica davanti ...
2015 Da stamani, operazioni ancora in corso Scavi a caccia di rifiuti proibiti nell'ex cava tra Velletri, Aprilia e Cisterna Nuovi scavi a caccia di rifiuti proibiti presso la vecchia cava di pozzolana in località ...
2015 Acque Velletri, Aprilia, Anzio e Nettuno Allarme discarica sulle falde: Regione avvia iter straordinario per bonifica La Regione Lazio ha aperto una procedura straordinaria per bonificare il sito della vecchia e ...
2015 Addio polo rifiuti di Velletri e Aprilia La Regione preannuncia il suo NO all'autorizzazione per la discarica a Lazzaria La Regione Lazio ha preannunciato il suo diniego all'autorizzazione ambientale per il polo integrato di ...
2014 Presentate le osservazioni all'impianto Discarica ai Cinque Archi, ecco tutti i No del Comune di Aprilia Il Comune di Aprilia ha inoltrato venerdì scorso alla Regione Lazio e alla Provincia di ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/01 1516216200 Ardea, caos assemblea pubblica, la situazione degenera: sindaco scortato fuori
17/01 1516213620 Ennesimo incidente sulla Pontina, auto centra il guard rail spartitraffico
17/01 1516207860 Paura in via Eschieto a Nettuno, albero distrugge il muro di una abitazione
17/01 1516207020 Taglio dell'assistenza scolastica ad Ardea, i genitori denunciano il Sindaco
17/01 1516206600 'Questioni di inclusione', all'Istituto Ardea 1 lo psichiatra Paolo Crepet
17/01 1516206240 Controlli sul lungomare di Torvaianica, 2 arresti per detenzione di stupefacente
17/01 1516206120 Arrestato un 35enne di Aprilia trovato in possesso di droga ai fini di spaccio
17/01 1516206060 Alla guida di un'auto rubata causa incidente, 25enne denunciato
17/01 1516204500 Il forte vento sradica due grossi pali della Telecom, Protezione civile a lavoro
17/01 1516204380 Giovanissimi. Unipomezia, mister Benotti soddisfatto dalla reazione
17/01 1516203540 Giovanissimi Elite. Fortitudo Futsal Pomezia, parte l'operazione Play Off
17/01 1516203060 Liquami nella case di via Roma a Pavona, intervengono i vigili del fuoco
17/01 1516202820 Arrivati dalla Regione Lazio 400mila euro di finanziamenti per le scuole
17/01 1516199940 Nuovo servizio "Tu passi" per eliminare le code nei servizi al cittadino
17/01 1516198560 Pallanuoto, Serie C. Anzio Pallanuoto a punteggio pieno
17/01 1516198200 Accesso al mare di Torvajanica, al via i lavori per due nuove passerelle
17/01 1516198080 Nettuno-Velletri bloccata per il crollo di un pino, arbusto cade in via Eschieto
17/01 1516197000 Anzio Calcio, il nuovo allenatore è Marco Ghirotto
17/01 1516195620 Amatoriale, Torneo Slowpitch Città di Nettuno allo Sprint Finale
17/01 1516193520 The Harvest: in sala il docu-film sul caporalato dei sikh di Sabaudia
17/01 1516192980 Il Carnevale popolare di Velletri 2018 al via dal 28 gennaio
17/01 1516192980 Femminile, Serie D. La Coccinellla sbanca anche Vallerano
17/01 1516192800 Il 20 gennaio parte la riforestazione del territorio di Sermoneta
17/01 1516192260 Pino marittimo crolla all'interno di una abitazione, paura ad Anzio
17/01 1516191420 Processo Albafor, udienza il 25 gennaio. Sentenza attesa a febbraio