[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Intanto l'economia "sommersa" avanza

In Italia la pressione fiscale (per le aziende oneste) sfonda il tetto del 50% FOTO

<
>
Dati Istat sulla pressione fiscale in Italia dal 2001 al 2013
Dati Istat sulla pressione fiscale in Italia dal 2001 al 2013

Mentre l’economia del nostro Paese arranca, quella riconducibile alle attività in nero e alla criminalità organizzata, che assieme compongono l’economia non osservata, invece, non conosce battute d’arresto.

L’economia illegale aumenta, quella legale diminuisce
Se tra il 2011 e il 2013 l’economia sommersa e quella illegale sono aumentate di 4,85 miliardi di euro, arrivando a toccare i 207,3 miliardi di euro nel 2013 (pari al 12,9 per cento del Pil), quella al netto dell’economia non osservata è diminuita di 36,8 miliardi di euro, scendendo sotto quota 1.400 miliardi di euro. 
Se in via estremamente prudenziale si ipotizza, così come ha fatto l’Ufficio studi della CGIA, che l’incidenza percentuale dell’economia non osservata sul Pil sia rimasta la stessa anche nel biennio successivo al 2013, gli artigiani mestrini hanno stimato in quasi 211 miliardi di euro il “contributo” che questa economia “grigia” ha dato al Pil nazionale nel 2015. Questo aspetto, ovviamente, ha degli effetti molto importanti anche sul fronte fiscale.
 
La ‘vera’ pressione fiscale
“Nel 2015 – sottolinea il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo – al lordo dell’operazione bonus Renzi, la pressione fiscale ufficiale in Italia è stata pari al 43,7 per cento. Tuttavia, il peso complessivo che il contribuente onesto sopporta è di fatto superiore ed è arrivato a toccare la quota record del 50,2 per cento”.
Il segretario, Renato Mason, dichiara: “È evidente che con un peso fiscale simile sarà difficile trovare lo slancio per ridare fiato all’economia del paese in una fase dove la crescita rimane ancora molto debole e incerta”.
 
Attività sommerse e illegali
Ricordiamo che la pressione fiscale è data dal rapporto tra l’ammontare complessivo del prelievo (imposte, tasse, tributi e contributi previdenziali) e il Prodotto interno lordo (Pil) che si riferisce non solo alla ricchezza prodotta in un anno dalle attività regolari, ma anche da quella “generata” dalle attività sommerse (cioè non in regola con il fisco) e da quelle illegali che consistono in uno scambio volontario tra soggetti economici (contrabbando, prostituzione, traffico di sostanze stupefacenti).
Come abbiamo avuto modo di anticipare più sopra, l’ultimo dato disponibile è riferito al 2013, quando l’economia non osservata ammontava a 207,3 miliardi di euro (pari al 12,9 per cento del Pil). Ipotizzando in via prudenziale che nel 2014 e 2015 l’incidenza dell’economia non osservata sul Pil sia rimasta la stessa, si può attualizzare questa stima e affermare che il suo importo nel 2015 abbia sfiorato i 211 miliardi di euro.

Gli onesti danno  allo Stato più della metà dei ricavi
Grazie a quest’ultimo dato, possiamo misurare quanta parte del Pil sia riconducibile esclusivamente all’economia regolare, visto che per sua natura la quota prodotta dall’economia irregolare non produce alcun gettito.
Quindi, al fine di avere una maggiore percezione dello sforzo fiscale a cui sono sottoposti i contribuenti italiani, è utile ricalcolare la pressione fiscale, ponendo in rapporto le entrate fiscali con il Pil “alleggerito” della parte riconducibile al sommerso economico e alle attività illegali (211 miliardi circa).
Ebbene, questo nuovo risultato, ovvero la pressione fiscale reale, balza al 50,2 per cento

 

COS'È LA PRESSIONE FISCALE
La pressione fiscale è il rapporto tra il prodotto Interno Lordo (PIL), cioè la ricchezza prodotta in Italia, e il gettito fiscale, cioè l'ammontare delle seguenti imposte: imposte dirette, imposte indirette, imposte in conto capitale e contributi obbligatori per le assicurazioni obbligatorie che i lavoratori e i datori di lavoro o i lavoratori autonomi versano agli enti previdenziali per il finanziamento dei sistemi pensionistici obbligatori.
In pratica, quindi, la pressione fiscale evidenza la quota di ricchezza prodotta dal Paese che va a finire nelle 'mani' dello Stato italiano.
Lo Stato la calcola tenendo presente anche entrate sommerse e illegali, come evasione, prostituzione, droga, contrabbando. In questo modo dichiara una pressione fiscale poco sopra il 40%, mentre in realtà le aziende oneste pagano più del 50%.


[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
28/05 1496003940 Cagnolino incastrato vicino ai binari, salvato dalla Polizia locale di Anzio
28/05 1496003520 Traffico intenso e incendi, la Polizia locale di Anzio presidia il territorio
28/05 1495996020 Incidente stradale tra fuoristrada e furgone: sette feriti
28/05 1495991520 Fiamme ad Anzio e Nettuno, arrivano i Vigili del fuoco da Marino e Pomezia
28/05 1495989960 Fiamme in via Campoleone a Nettuno, a rischio i pini: la rabbia dei residenti
28/05 1495989780 Incendio sulla Nettuno – Velletri, cittadini in strada per l’aria irrespirabile
28/05 1495989540 Fiamme alla ex scuola Beata Angelina a Lido delle Sirene, arrivano i Pompieri
28/05 1495983600 Ardea, incendio di sterpaglie. Quattro auto coinvolte dalle fiamme
28/05 1495983180 Inaugurazione della sede distaccata della Protezione Civile e Polizia Locale
28/05 1495978860 Controlli alle autolinee e ai giardinetti: denunciati due minorenni con hashish
28/05 1495978560 Memorial Day al cimitero americano di Nettuno, Italia e Usa unite nel ricordo
28/05 1495978260 Givova Soccer: gli esordienti 2004 del Falasche vincono il torneo di Paestum
28/05 1495968240 U13 Aics. L'Arcobaleno splende su Alba: Rainbow Aprilia campione provinciale
28/05 1495965540 Ciampino, la Polizia arresta pusher 18enne all'interno della Villa Comunale
28/05 1495961460 Nomade tenta di nascondersi ma viene scoperta: dovrà scontare 12 anni
28/05 1495960980 Successo di pubblico allo stand della Polizia Scientifica dei Castelli Romani
28/05 1495960080 Sky Wine torna al borgo medievale di Fossanova, tre giorni dedicati al vino
28/05 1495958400 In arrivo fondi regionali per la manutenzione dell'ospedale di Latina
28/05 1495955700 Consiglieri e gettoni, i primi nove mesi di lavori sono costati 250mila euro
28/05 1495954800 Il “gioco del suicidio” minaccia Latina. Indagini su 2 casi e sospetti su 4
28/05 1495948020 Furto in via Romana a Nettuno, spaccata la porta a vetro di Nara Camice
27/05 1495913400 Interviste e stand, le Associazioni per il sociale si presentano ad Anzio
27/05 1495905780 Decadenza case Ater di Nettuno per morosità, tavolo tecnico in Comune
27/05 1495905420 La Polizia insegue un giovane ad Anzio e scopre una piantagione di marijuana
27/05 1495903320 Pugni, calci, offese e minacce alla moglie: il Giudice lo mette ai domiciliari